Dal mare a Urbino
Dal mare a Urbino

La poesia dove non l’aspetti. Perché non è da tutti vantare uno scorcio di mare che fa sfondo al sole che nasce, insomma all’alba, e a quello che tramonta. Un privilegio, certo. E del resto, è speciale che una città abbia la forma di “gomito” e possa quindi avere il mare, davanti, a destra e a sinistra, insomma a nord, a est e a ovest. È come essere predestinati . E lo è di certo Ancona, con un porto crocieristico sempre meno Cenerentola, perché le compagnie e i grandi armatori stanno riscoprendo l’enorme potenziale all’ombra del Monte Conero e perché il “Marcheshire” - come gli anglosassoni amano definire le belle Marche – sembra avere sul mercato internazionale un appeal che ha poco o nulla da invidiare a Toscana e Umbria. Lo dicono i numeri e i progetti che interessano l’intero sistema portuale dell’Adriatico centrale e in particolare di Ancona, scalo di rilievo per il traffico container e per quello passeggeri del comparto-traghetti (Grecia, Croazia, Albania, etc.), ma anche per i crocieristi. Numeri non esagerati, ovviamente, ma in continua crescita: 100.109 nel 2019, con un boom sorprendente (+49%) rispetto al dato 2018 (67.031). E una presenza di compagnie (su tutte, MSC Crociere) che giustifica le ambizioni di Ancona, come conferma Rodolfo Giampieri, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale: “Il nostro obiettivo 2020 è essere ancora più competitivi e sostenibili”. E che possa essere davvero un anno speciale lo rivelano molti indicatori. Intanto la recente “prima toccata” della “Spirito of Discovery” della compagnia di navigazione extralusso inglese Saga Cruises. Per non parlare del debutto attesissimo della stagione di MSC, il 10 aprile, con la nave da crociera Sinfonia, la più grande attraccata fino ad ora nel porto dorico. E del progetto ambizioso che punta a realizzare una nuova banchina per il traffico crocieristico, sul fronte esterno del molo Clementino, novità che permetterà ad Ancona di ospitare navi di nuova generazione e di portare in alto – addirittura a 400mila – la soglia di passeggeri movimentati in dodici mesi. Nell’attesa, la città si gode il presente. La sera, lo spettacolo è gratuito: il sole che tramonta, le navi che partono, l’aperitivo tra il bacino portuale e la spiaggia del Passetto. È la metafora della città di mare: i piedi sulla terra ferma. E i pensieri che prendono il largo.

 

DA VISITARE

A passeggio nel porto
In questi ultimi anni, alle tradizionali attrazioni storico-culturali di Ancona (Arco di Traiano, Arco Clementino, mura medievali, Lanterna Rossa, etc.), si è aggiunta la “Fontana dei Due Soli”, opera realizzata dal maestro ed esponente della transavanguardia Enzo Cucchi, elemento che ovviamente ha arricchito la vocazione turistica del capoluogo marchigiano, evidenziata anche dall’inaugurazione (nel 2015) della nuova passeggiata al Porto Antico. Imperdibile, per i crocieristi, la promenade che unisce il porto al Passetto, la spiaggia della città. Per le info, utilissima l’app gratuita “Welcome to Ancona”.

 

UNA META

Dal mare a Urbino
È una delle escursioni più gettonate dai passeggeri in viaggio tra Adriatico (Venezia, Split, Dubrovnik) e Mediterraneo orientale (Mykonos e Santorini) quando la maestosa MSC Sinfonia raggiunge il porto di Ancona: Urbino e il suo splendido centro storico. Ed è una scelta comprensibile. Perché l’occasione è perfetta per visitare la città marchigiana dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Il programma prevede anche la visita a Palazzo Ducale e alla Galleria Nazionale delle Marche, con le sue pregevoli collezioni di dipinti.

 

LE PROPOSTE

Le compagnie e il calendario per partire
Fra le crociere già programmate nel 2020, ci sono Sirena della compagnia di navigazione Oceania Cruises, Seven Seas Voyager e Seven Seas Splendor, entrambe della compagnia Seven Seas Cruises, quindi Azamara Ouest e Azamara Yourney della compagnia Azamara Club Cruises, Marella Discovery 2 della Marella Cruises, Berlin della compagnia FTI Cruises, infine Le Lyrial che farà rivivere l’esperienza della crociera su un grande yacht (arriverà da Spalato e si dirigerà poi verso Ravenna).

 

MSC CROCIERE

Stagione al via
Msc Crociere ha confermato la sua operatività nel porto di Ancona anche nel 2020, con la nave “Sinfonia” da 2679 passeggeri (721 membri dell’equipaggio): attraccherà nel capoluogo marchigiano ogni venerdì della bella stagione (tra aprile e ottobre 2020), con arrivo alle 10 da Dubrovnik (Croazia) per ripartire alle 18 alla volta di Venezia, quindi Split (Spalato) e, dopo una notte in mare, verso le isole greche di Mykonos e Santorini, nel Mediterraneo Orientale.