Con il sostegno di:

AlfaLyr, il nuovo vino cullato dalla musica del maestro Peppe Vessicchio

L'ultima creazione della cantina Musiké, che prevede l'affinamento con specifiche note musicali, è un blend di Chardonnay e Malvasia

E’ un blend di Chardonnay e Malvasia il nuovo vino di Musiké, la cantina fondata in Abruzzo dal maestro Peppe Vessicchio con l’imprenditore vinicolo Riccarddo Iacobone.

Alla Musikè i vini sono trattati con il metodo FREman, una tecnica di armonizzazione del vino promossa dallo stesso Vessicchio che prevede l’affinamento con specifiche note musicali. “Le note – spiega i, maestro – inducono il vino alla cosiddetta catalisi ristrutturativa: il vino cerca all’interno di sè stesso le condizioni di equilibrio di legami. Non che il vino cambi nella sua composizione, ma è nel suo gusto che si riscontrerebbero miglioramenti tali da renderne straordinaria persino la longevità”. Il vino, insomma, viene cullato da una precisa melodia.

L’ultimo prodotto della Musiké Vini è AlfaLyr, blend di Chardonnay e Malvasia vinificati separatamente in acciaio. Uscito in questi giorni sul mercato, AlfaLyr è un vino morbido cui non mancano note di freschezza e mineralità. Al naso risaltano sentori fruttati di pesca, albicocca, pera e agrumi. Riferimenti che si ritrovano al palato, dove al sorso si aggiunge un sottofondo tropicale di ananas.

AlfaLyr Terre di Chieti Igt bianco, Musiké Vini. Prezzo: 14 euro