La seconda serie di Slow Tour Padano è arrivata alla sua ultima tappa che vedremo sabato 4 dicembre alle 15.35 su Rete4. L’itinerario di queste sei puntate è andato oltre i confini della Pianura Padana, per raccontare i luoghi di produzione del Grana Padano dal Piemonte al Trentino. Patrizio Roversi, in particolare, ha passato molto tempo in Veneto, una regione davvero all’avanguardia nell’innovazione e nella sostenibilità del settore agricolo, meta ideale per parlare di transizione ecologica. L’abbiamo visto raggiungere su Elettrone – la sua moto d’epoca convertita in elettrica – l’Altopiano di Asiago, i Colli Euganei, la Marca Trevigiana, la zona del Vialone Nano a Isola della Scala. Domenica invece sarà a Padova (e dintorni) insieme a Chef Hiro.

Nell’intervista di oggi, Patrizio parla delle sue esperienze di viaggio in Veneto direttamente con Federico Caner, l’assessore regionale al Turismo, Agricoltura e Fondi UE. Scopriamo come vengono redistribuiti i contributi che l’Europa da all’agricoltura, quanto viene fatto per pesare meno sull’ambiente, la volontà di supportare i progetti di cooperazione e di condivisione. Agricoltura e turismo sono strettamente legati, attraverso il paesaggio e le eccellenze enogastronomiche. In particolare Patrizio ha notato che in Veneto c’è un forte nesso fra storia, agricoltura, territorio e monumenti! Con l’assessore si parla anche dell’importanza di tutelare la montagna e i giovani che negli ultimi anni hanno deciso (in controtendenza) di rimanerci o di ritornarci.

L’appuntamento con Slow Tour Padano è su Rete4 al sabato pomeriggio alle 15.35, giovedì in seconda serata e on line sul sito di Italia Slow Tour.