Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Cinque Terre e La Spezia

La prima cosa che ti colpisce alle Cinque Terre è il paesaggio: la montagna che si butta in mare, i paesini arroccati sulle coste rocciose, i muretti a secco, i Santuari, i boschi. Ma è un paesaggio che bisogna anche leggere e interpretare...

Ultimo aggiornamento il 6 aprile 2017 alle 12:29
Le 5 Terre

La prima cosa che ti colpisce alle Cinque Terre è il paesaggio: la montagna che si butta in mare, i paesini arroccati sulle coste rocciose, i muretti a secco, i Santuari, i boschi. Ma è un paesaggio che bisogna anche leggere e interpretare. È stato definito un paesaggio “vivente”. Con buona pace dei naturalisti-puristi, è un paesaggio in società, tra natura e uomo. La natura ha fatto la sua parte, ma l'uomo poi l'ha plasmato e conservato. Senza l'uomo, le Cinque Terre non solo non sarebbero le Cinque Terre, ma crollerebbero letteralmente nel giro di qualche lustro. In parte stanno già crollando, o meglio scivolando e franando, proprio laddove l'uomo le ha abbandonate. Come ha dimostrato l'alluvione disastrosa del 2011.

Le Cinque Terre dal 1997 sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO e il Parco Nazionale è nato come istituzione nel 1999. È piccolo (circa 4.000 ettari), densamente abitato (4.500 persone) ma soprattutto “visitato” (qualcuno potrebbe dire “invaso”) da due milioni e mezzo di turisti all'anno. Turisti (furbi) che ci arrivano in treno, turisti (meno furbi) che provano ad arrivarci in macchina, turisti scaricati dalle Crociere. Turisti che perlopiù – dopo aver ammirato il paesaggio che in quanto tale si pone all'attenzione di tutti - si aggirano passeggiando un po' annoiati per i paesi, mangiando un gelato o una focaccia. Turisti che comunque rappresentano una risorsa economica straordinaria, a cui giustamente attingono le attività locali. Ma come?

Che turismo fare alle Cinque Terre? Sulla bellezza delle cinque località turistiche non c’è molto da aggiungere e poi basta consultare una Guida per sapere tutto. Il consiglio, magari scontato, è questo: va benissimo il mare, ma bisogna andare “dentro” questo paesaggio, o meglio… “sopra”! Il Parco è attrezzato per fornire guide (cartacee ma soprattutto UMANE) e itinerari che abbiamo cercato di raccontare anche nei video di questa web serie. Sarà anche faticoso, ma poi... son soddisfazioni uniche!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.