Stradella è una cittadina storica dell'Oltrepò Pavese legata alla fama di un personaggio importante con una storia incredibile: Mariano Dallapè. Siamo nella seconda metà del 1800, Mariano è trentino, poverissimo, e parte a piedi per andare a Genova dove imbarcarsi per l'America. Qui lavora per guadagnarsi il viaggio, ma si infortuna gravemente: resta zoppo e deve rinunciare al sogno americano. Non gli resta che tornare tristemente verso casa, in Trentino, guadagnandosi da mangiare lungo la strada suonando un organetto. Proprio a Stradella il suo organetto... si rompe! Mariano chiede aiuto per aggiustarlo, ma nessuno se lo fila. Allora ci prova da solo: accrocca uno strumento con tasti vari, molle, mantici usati e... inventa la fisarmonica! Le inventa e comincia anche a produrle, diventando ricco e famoso. Tanto da ricevere un premio all'EXPO di Parigi del 1900! Stradella diventa la capitale mondiale della fisarmonica: su 10.000 abitanti, 1.200 lavorano nelle varie fabbriche di questo strumento. Oggi a Stradella resta la fabbrica Dallapè, che ha funzionato fino a qualche anno fa e che ora è un meraviglioso esempio di archeologia industriale. Ma soprattutto a Stradella c'è un interessante Museo della Fisarmonica, dove è possibile conoscere la perizia artigiana dietro questi magnifici strumenti e dove c'è una raccolta di esemplari molto belli, prima fra tutti la capostipite di Dallapè, del 1876. Musica!