Lo Slow Tour di Patrizio Roversi nell'Oltrepò Pavese inizia da Voghera, tappa importante dell'antica Via del Sale e punto di passaggio per tanti pellegrini in cammino dalla Terra Santa.

Ma Voghera evoca subito un'altra immagine, quella emblematica della "Casalinga di Voghera". Chi è?

Nel 1966 il Servizio Opinioni RAI commissionò un'inchiesta per sapere cosa capissero le varie categorie socio-economico-geografiche dei termini linguistici usati in TV.

Quella che si classificò ultima, la più disinformata, risultò essere proprio la "casalinga di Voghera". Diventata così sinonimo del "buon senso comune di bassa lega".

Oggi le casalinghe di Voghera si sono organizzate e auto-rappresentate, Patrizio incontra la Presidentessa dell'associazione in Piazza del Duomo, centro città.

Scopriamo così che, se per anni la casalinga è stata sinonimo di arretratezza e di modello femminile perdente, oggi viceversa è attivissima, considerata un'esperta nella difficile arte del "fare la spesa", vestale dei buoni valori di una volta.