Gli orti botanici, storicamente, sono lo sviluppo dei Giardini dei Semplici (in latino Hortus Simplicium), coltivati fin dal Medioevo per studiare le erbe a scopo terapeutico. Quello di Bologna è uno dei più antichi d’Italia e d’Europa, fondato nel 1568 dal botanico e naturalista Ulisse Aldrovandi, padre della storia naturale moderna. L’orto botanico appartiene al Sistema Museale d'Ateneo dell’Università di Bologna e ha cambiato varie sedi prima di arrivare in quella attuale di via Irnerio, nel 1803. Ristrutturato dopo i bombardamenti del ’44, oggi si estende per 20.000 mq e conta più di 1200 specie diverse di piante e alberi suddivise in vari spazi interni e esterni che in parte riproducono gli ambienti naturali d’origine. Lo visitiamo virtualmente con Syusy Blady e Patrizio Roversi!

L’orto botanico è una cornice unica dove ambientare eventi e incontri all’aperto! Infatti ospita due rassegne del calendario di Bologna Estate 2021 che proseguono fino a ottobre: "Il Paradiso della natura", spettacolo itinerante che intreccia parole e canti a cura del coro Arcanto e Suoni Barbarici, e gli spettacoli del Burattinificio Mangiafoco eccezionalmente dedicati a dei fatterelli bolognesi raccontati in forma di fiaba. Sul sito di Bologna Estate trovate il calendario completo!

Questo era l’ultimo appuntamento coi luoghi di Bologna Estate, che ci hanno tenuto compagnia tutti i giovedì alle 20.45 su Ètv e al venerdì sui canali di Italia slow tour, del Comune di Bologna e di Bologna Welcome.