Vi abbiamo già parlato della web serie di e con Patrizio Roversi sui "Digitali per Caso": piccoli grandi progetti di imprenditoria italiana che hanno avuto buone idee o intuizioni nell’ambito del digitale, diventando grazie al web più conosciuti, più efficienti, più efficaci! Dopo la prima puntata sulla cascina piemontese pioniera dello storytelling del vino, abbiamo avuto un mercato del pesce virtuale (ci credereste?), una farmacia che usa i social network per trasmettere buone pratiche di salute e un e-commerce che trova e vende giocattoli dal mondo! Idee diverse per progetti diversi, accomunati da un uso strategico e utile del digitale.

Ne torniamo a parlarne anche su questa rubrica di Italia Slow Tour, perché il nuovo episodio pubblicato rappresenta anche un ottimo pretesto per organizzare un viaggetto slow tematico! Si tratta di un mulino tradizionale realizzato in pietra naturale a San Floro (CZ), nel cuore della Calabria, dove vengono prodotti e macinati “alla vecchia maniera” i grani antichi... Potreste obiettare che un mulino ha più a che fare con la terra che con il web, ma questo mulino qui è particolare: è il primo “mulino dei contadini”, un mulino social, finanziato e rimesso in moto attraverso il crowdfunding! Su iniziativa di un giovane under 30 che ha saputo rimettere in piedi un’intera filiera agricola – quella del grano Senatore Cappelli – realizzando una delle più innovative startup agroalimentari italiane! Nel suo Mulinuum oggi potete acquistare i prodotti, ma anche restare a cena o partecipare a qualcuno degli eventi e dei corsi organizzati periodicamente... Mentre impastate la pizza o assaggiate una forchettata di pasta, tenete a mente che tutto parte da un appello su internet: dal virtuale… al grano! Se il trailer vi ha incuriosito, il video intero è sul sito di Registro.it a questo link.