Avete conosciuto Valentina Lo Surdo come ambassador di Italia Slow Tour nei reportage che ha fatto quest’inverno dal Trentino per raccontarci l’altra montagna. Questa volta partiamo con lei per un nuovo viaggio, sempre slow: un giro a piedi, nel Cilento! Nella prima puntata, il prologo, Valentina ci racconta qualcosa del giro che farà e poi vediamo la prima tappa a Laureana Cilento. Ma diamo la parola a lei:

«Siamo in primavera, la stagione dei cammini ha ripreso a far parlare di sé! Un movimento in costante ascesa soprattutto in Italia, anche nel non facile periodo che stiamo tutti vivendo. E così, nel nostro Paese, continuano a nascere nuovi cammini ispirati a santi ed eroi, lupi e briganti dimostrando come le proposte di viaggi a piedi, rispetto ad altri settori del turismo, subiscano meno le difficoltà dovute alla pandemia. Merito di giornate interamente spese all’aria aperta, immersi nei boschi o attraversando antichi e sperduti borghi, naturalmente distanziati e felici.

Da anni dedico uno spazio molto importante nella mia attività di reporter per raccontare i più affascinanti percorsi a piedi. La mia prima proposta per Italia Slow Tour si chiama A piedi nel Cilento, un tracciato che ho percorso interamente insieme a Federico Valeri, autore dei video che seguirete con noi, tappa dopo tappa. C’è inoltre un motivo in più per seguirci con particolare interesse: siamo stati, infatti, in assoluto i primi ad aver completato questo cammino nato di recente, dall’incontro di tre amici innamorati di questi straordinari paesaggi: Francesco Coppola, Donato D’Ambrosio e Giacomo Cacchione. Il loro è un disegno ad anello, che parte e finisce a Sant’Angelo a Fasanella, località capace di ben due siti UNESCO, delineando un percorso di circa 90 chilometri in 7 tappe, a cui io e Federico abbiamo aggiunto un prologo nella incantevole cittadina di Laureana Cilento e l’immancabile epilogo sul mare, per visitare i templi di Paestum. Un’avventura a misura d’uomo che ci ha dato la possibilità di scoprire luoghi ricchi di storia e tradizione, letteralmente sconosciuti al turismo di massa, protetti dalla natura rigogliosa tra Valle del Calore e Monte Alburno.

 Vi aspetto, per camminare con me in Cilento!»

                              I tappa - da Sant’Angelo a Fasanella a Roscigno Vecchia

Dati tecnici:

Distanza: 12,8 km; Dislivello Tot.: +438 – 428; Durata: 4h 30' circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Museo Naturalistico di Corleto Monforte
  • Sito Archeologico Monte Pruno
  • Roscigno Vecchia

 

                        II tappa - da Roscigno Vecchia a Sacco

                        Dati tecnici:

Distanza: 14km; Dislivello Tot.: +759 – 685; Durata: 5h 30' circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Sorgente del Sammaro
  • Sacco vecchia
  • Centro storico di Sacco

                       
                        III tappa - da Sacco a Magliano Nuovo

Dati tecnici:

Distanza: 16 km circa; Dislivello Tot.: +623 – 529; Durata: 6h circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Ponte Medioevale
  • Museo Paleontologico di Magliano
  • Centro storico di Magliano

 

                        IV tappa - da Magliano Nuovo a Felitto

                        Dati tecnici:

                        Distanza: 10,4 km; Dislivello Tot.: +271 – 725; Durata: 4h circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Gole del Calore
  • Centro storico di Felitto

 

                        V tappa - da Felitto ad Aquara

                        Dati tecnici:

                        Distanza: 12,8 km; Dislivello Tot.: +453 – 247; Durata: 5h circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Ponte medioevale di Felitto
  • Pietra di San Lucido
  • Chiesa di San Pietro
  • Centro storico di Aquara
  • Mulino ad Aquara

 

 

                        VI tappa - da Aquara a Sant’Angelo a Fasanella

                        Dati tecnici:

                        Distanza: 12,9 km; Dislivello Tot.: +754 -493; Durata: 5h circa; Difficoltà: E

Punti di interesse:

  • Sorgente dell’Auso
  • Ponte Romano
  • Grotta di San Michele Arcangelo (sito UNESCO)
  • Antece (sito UNESCO)

 


                        VII tappa - Circuito Monte Panormo

                    Dati tecnici:

                        Distanza: 9,5 km; Dislivello Tot.: +400 -374; Durata: 3h; Difficoltà: E

(partenza e arrivo dall'omonimo rifugio)

Punti di interesse:

  • Cima Monte Panormo (1742 metri)
  • I piani di farina
  • I geositi carsici (gli inghiottitoi)

 

                             
                              Tappa di epilogo - Visita ai templi di Paestum