UN NUOVO PUNTO VENDITA che, proprio nella regione che vide il marchio tedesco iniziare la sua ormai trentennale avventura italiana, si aggiunge ai quasi 700 supermercati Lidl presenti in ogni angolo dello Stivale. E non parliamo di un negozio qualunque, perché la struttura inaugurata lo scorso 4 novembre a Vicenza, in corso Santi Felice e Fortunato, rappresenta un chiaro esempio di edilizia commerciale ad anima ‘green’, in linea con la rinnovata...

UN NUOVO PUNTO VENDITA che, proprio nella regione che vide il marchio tedesco iniziare la sua ormai trentennale avventura italiana, si aggiunge ai quasi 700 supermercati Lidl presenti in ogni angolo dello Stivale. E non parliamo di un negozio qualunque, perché la struttura inaugurata lo scorso 4 novembre a Vicenza, in corso Santi Felice e Fortunato, rappresenta un chiaro esempio di edilizia commerciale ad anima ‘green’, in linea con la rinnovata attenzione al contenimento degli impatti ambientali al centro della strategia di sostenibilità dell’azienda. Oltre a permettere l’assunzione di 16 nuovi collaboratori, sullo sfondo delle 18.500 figure che già lavorano con e per Lidl, il supermarket e l’attiguo parcheggio da 90 stalli sono stati realizzati, infatti, senza consumare nuovo suolo, a seguito dell’opera di ristrutturazione dell’ampia struttura che già ospitava, in passato, un’altra attività legata alla Gdo. Per completare i lavori, peraltro, si è rivelato necessario bonificare il terreno sottostante lo stabile, contaminato da amianto, e procedere, poi, allo smaltimento di oltre 6mila tonnellate di terreno non più calpestabile.

Contestualmente, Lidl ha scelto di contribuire alla costruzione di una rotatoria per agevolare la viabilità nella zona e di una strada di accesso alla scuola retrostante il punto vendita, all’interno di un piano di restyling urbanistico che ha visto nascere anche un altro parcheggio, questa volta ad uso pubblico. Questo sulla scorta di un’attenzione per il territorio che passa anche dalla flessibilità degli orari di apertura, con le serrande che resteranno alzate dalle 8 alle 21 sette giorni su sette, mentre il fronte sostenibilità viene declinato anche in tema di alimentazione idrica ed energetica. Se le ampie vetrate sono state pensate proprio per favorire la luminosità naturale, del resto, un impianto di luci a LED favorirà un risparmio di oltre il 50% rispetto alla normale illuminazione, garantita, in ogni caso, da un impianto fotovoltaico integrato da 119 kW. Sempre nell’ottica di mitigarne l’impatto ambientale, inoltre, il nuovo negozio Lidl dispone pure di un sistema di recupero dell’acqua piovana per l’irrigazione delle aree verdi ed è dotato di postazioni per la ricarica di veicoli e bici elettriche a disposizione della clientela.

l. p.