Alla vigilia dell’apertura di Expo Dubai 2020, Sace conferma che il ‘Made in Italy’ resta vincente anche al tempo del Covid
Alla vigilia dell’apertura di Expo Dubai 2020, Sace conferma che il ‘Made in Italy’ resta vincente anche al tempo del Covid

Il rimbalzo previsto dal rapporto di Sace nel breve e nel medio periodo, prevede che quella che è considerata una performance importante sarà raggiunta anche grazie agli ingenti programmi di ripresa (come il Next Generation EU in Europa e il piano infrastrutturale negli Usa) che genereranno una domanda aggiuntiva.

Quanto all’export italiano di servizi, più colpito dalla pandemia con impatto negativo soprattutto sul turismo, è atteso un recupero solo parziale nel 2021 (+5,1%). La vera e propria ripresa avverrà nel 2022 quando l’export di servizi tornerà ai livelli del 2019, grazie a un incremento del 35,1%. La crescita proseguirà anche nel biennio successivo a un ritmo medio del 5%, toccando i 120 miliardi di euro alla fine dell’orizzonte di previsione.

A.P.