14 feb 2022

STRATEGIE GREEN DAGLI EMIRATI SEGNALI AL MONDO

NUOVE strategie di decarbonizzazione attraverso l’innovazione su tutta la filiera energetica. È l’ambizione di Eni che – da Official Platinum Sponsor del Padiglione Italia – intende lanciare un messaggio al mondo dalla vetrina globale di Expo 2020 Dubai. E se il tema ufficiale è ’Connecting Minds, Creating the Future’ e dunque un elogio dei sistemi di connessione tra persone e idee, un’occasione per creare partnership e dare forma al mondo di domani, ecco che Eni si associa a questo claim per illustrare il suo piano d’azione a tutela dell’ambiente. La società è presente all’asposizione emiratina con l’installazione ’Braiding the future’ dedicata alle nuove modalità di produzione di energia a ridotto impatto sull’ecosistema, in particolare da materiali biologici, situata in uno spazio di 85 metri quadri all’interno del Padiglione Italia. Firmato dallo studio di architettura e innovazione Cra-Carlo Ratti Associati e Italo Rota, il progetto interpreta in chiave artistica il processo di biofissazione intensificata della CO2 sviluppato nei laboratori del Centro Ricerche per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente di Novara. L’allestimento, posto in prossimità dell’ingresso principale dello spazio espositivo e sospeso a tutta altezza su uno specchio d’acqua, ricrea una coltivazione di microalghe attraverso una grandiosa cascata di liane tecnologiche, lunghe fino a 20 metri. Dentro ognuna di esse scorrono le microalghe, illuminate a led, andando a formare un ampio circuito di foto bioreazione. I fasci led incorporati in ogni tubo favoriscono la fotosintesi e consentono la crescita delle microalghe. Il circuito trasparente diventa così una spettacolare presentazione del processo biologico di crescita delle microalghe nel fotobioreattore, dove nutrendosi di CO2 questi organismi unicellulari producono composti ad alto valore nutrizionale e non solo. Inoltre, in esposizione si trova anche l’impianto pilota a fotobioreattori multilayer nato dalla collaborazione di Eni con il Politecnico di Torino e con una rete di start-up italiane. Come ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?