LA STORICA AZIENDA DI CAMPOFILONE HA APERTOLA SETTIMANA DELLE MARCHE A EXPO DUBAI PORTANDOUN’ESPERIENZA CHE LEGA TRADIZIONE E SALUTE

Spinosini, un mix di territorio e benessere

Ultimo aggiornamento: 28 febbraio 2022 alle 11:26
SI È APERTA, domenica scorsa, con l’azienda Spinosi di Campofilone la Settimana delle Marche all’evento internazionale di Expo Dubai 2020. Protagonista, allo Shangri-LA lo show-cooking Spinosi, un prodotto d’eccellenza dell’azienda marchigiana, gli Spinosini: fili di chitarrine all’uovo, sapientemente lavorati secondo la tradizione e valorizzati per la prestigiosa occasione con una ricetta tipica del territorio. Spinosi ha coinvolto gli ospiti in un percorso esperienziale sensoriale, in cui assaporare la tradizione pastaia della storica azienda di Campofilone evocando, attraverso video e immagini, le donne che rompono...

SI È APERTA, domenica scorsa, con l’azienda Spinosi di Campofilone la Settimana delle Marche all’evento internazionale di Expo Dubai 2020. Protagonista, allo Shangri-LA lo show-cooking Spinosi, un prodotto d’eccellenza dell’azienda marchigiana, gli Spinosini: fili di chitarrine all’uovo, sapientemente lavorati secondo la tradizione e valorizzati per la prestigiosa occasione con una ricetta tipica del territorio.

Spinosi ha coinvolto gli ospiti in un percorso esperienziale sensoriale, in cui assaporare la tradizione pastaia della storica azienda di Campofilone evocando, attraverso video e immagini, le donne che rompono a mano le uova e pettinano la pasta sul dorso del coltello, adagiandola poi su tipici fogli di carta. Spinosi ha così sposato avanguardia e futuro con tradizione e storia. Il richiamo, qui, al tema del Padiglione Italia ‘La Bellezza unisce le Persone’ , dove la bellezza è tensione creativa, in grado di unire armoniosamente innovazione, cultura del saper fare e cultura del benessere, nel rispetto di antiche tradizioni, come quella della pasta di Campofilone. Sulla cultura del benessere va sottolineata l’idea che sottende gli Spinosini, il valore della correlazione tra stato di salute e sana alimentazione. Gli Spinosini sono stati infatti prodotti attraverso un’accurata attività di ricerca svolta in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università Politecnica delle Marche che ha selezioato, per la produzione, un grano antico, il ‘San Carlo’ , le cui proprietà organolettiche e nutritive d’eccellenza qualificano ulteriormente la bontà e il sapore degli Spinosini.

Da sempre questo l’obiettivo dell’azienda Spinosi che, dal 1933, attraverso tre generazioni, cavalca tradizione e innovazione, portando sul mercato, grazie alla ricerca e alle collaborazioni scientifiche attivate dalle generazioni più giovani, combinazioni di prodotti per le più svariate esigenze del consumatore. Con il prodotto ’Fettuccine Zero +’ l’azienda è stata presente a Dubai, dal 13 al 17 Febbraio, alla fiera GulFood. Grazie al patrocinio della Regione Marche, Spinosi ha promosso in questo evento le ‘Fettuccine Zero +’ prodotto altamente innovativo, realizzato con uova, farina di lenticchie rosse decorticate, senza glutine e ad alto contenuto di fibre e proteine, prodotto realizzato, questa volta, in collaborazione con il professsor Fabrizio Angelini, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa e specializzato in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, nonché responsabile dell’area nutrizione sport Juventus e VR 46 Academy e presidente di Sinseb. Proprio alla fiera Gulfood, il prodotto ha vinto il Premio come prodotto innovativo per la categoria “salute e il benessere”. Marco Spinosi ha partecipato anche all’Italian Dialog all’interno del Padiglione Accademia, lunedì scorso, sul tema ‘Discovering wellness in one plate & one place’ in cui sono stati trattati i temi della salute attraverso l’alimentazione, nel rispetto di principi universalmente condivisi. Al Dialog hanno partecipato prestigiosi esponenti delle principali Università marchigiane e la Camera di Commercio delle Marche.

Il tuo indirizzo email non è stato ancora confermato. Controlla la tua email e segui le istruzioni.

Se non hai ricevuto email, controlla nello spam.

Una volta confermata la tua email, clicca qui per continuare a leggere: