di Achille Perego Sostenibilità, innovazione, digitalizzazione. Il Gruppo FS Italiane racconta la bellezza della mobilità sostenibile al Padiglione Italia dell’Expo 2020 Dubai. E lo fa attraverso un viaggio nell’eccellenza della tecnologia made in Italy applicata alla mobilità, soprattutto quella ferroviaria. "La pandemia ci ha costretto a reinventarci molto rapidamente, dando una forte spinta allo sviluppo di innovazione, tecnologia e digitalizzazione – sottolinea l’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Luigi Ferraris – queste sono e...

di Achille Perego

Sostenibilità, innovazione, digitalizzazione. Il Gruppo FS Italiane racconta la bellezza della mobilità sostenibile al Padiglione Italia dell’Expo 2020 Dubai. E lo fa attraverso un viaggio nell’eccellenza della tecnologia made in Italy applicata alla mobilità, soprattutto quella ferroviaria. "La pandemia ci ha costretto a reinventarci molto rapidamente, dando una forte spinta allo sviluppo di innovazione, tecnologia e digitalizzazione – sottolinea l’amministratore delegato del Gruppo FS Italiane, Luigi Ferraris – queste sono e saranno le sfide di FS nel futuro, fattori abilitanti al percorso che intraprenderemo verso infrastrutture sempre più sostenibili, anche grazie alle risorse del Pnrr".

Secondo Ferraris, infatti, "gli oltre 31 miliardi di investimenti previsti dalla Missione 3 del Pnrr, di cui il Gruppo FS è già a oggi soggetto attuatore per circa 28 miliardi, rappresentano un’occasione unica per sviluppare un sistema che integri i servizi di trasporto in un unico sistema multimodale, moderno, digitale e sostenibile, sempre più interconnesso alle reti trans-europee di trasporto, con importanti ricadute sui territori che attraversa".

Il compito di Ferrovie ad Expo 2020 Dubai, dunque, è quello di far conoscere al mondo l’eccellenza italiana raccontando la nuova visione del Gruppo per la mobilità sostenibile e integrata. Una visione che supporta, e supporterà l’economia e il turismo del Paese, la valorizzazione dei territori italiani e le sue bellezze. Ispirato al tema della bellezza, infatti, è la grande installazione immersiva che FS ha allestito nella parte finale del percorso del Padiglione Italia, di cui le Ferrovie sono Gold Sponsor. Uno schermo lungo 27 metri accoglie infatti i visitatori del Padiglione con un’ambientazione di suoni e immagini: un vero e proprio viaggio metaforico a bordo dei treni storici e lungo le opere che Ferrovie dello Stato ha realizzato e sta realizzando per contribuire allo sviluppo del Paese. "L’Expo di Dubai sarà l’occasione per mostrare tutta la tecnologia e l’innovazione di cui siamo capaci – spiega Nicoletta Giadrossi, presidente di FS Italiane – mostreremo al mondo la nostra idea di mobilità sostenibile. Stiamo lavorando per la riduzione della CO2 fino a portarla a zero nel 2050, con i treni che utilizzeranno energia rinnovabile". I nuovi treni regionali Rock e Pop, infatti, sono riciclabili fino al 97% con una riduzione del 30% dei consumi energetici. "Collegano in modo capillare l’intero Paese – aggiunge l’ad Luigi Ferraris – offrendo un’esperienza di viaggio innovativa, sostenibile e attenta alle bellezze culturali del nostro Paese, oltre che in sicurezza". I treni regionali avranno un importante ruolo per il rilancio del turismo, così come i treni storici di FS, vere e proprie opere del passato.