di Achille Perego L’innovazione e la sostenibilità nell’aerospazio sono fra i tratti distintivi della partecipazione del nostro Paese a Expo Dubai, grazie anche alla presenza di Leonardo, Platinum Sponsor del Padiglione Italia. In quella che è una vetrina sul futuro e sulle eccellenze nazionali, non poteva mancare l’azienda leader in Italia nelle tecnologie d’avanguardia e nell’innovazione e tra i protagonisti globali nei settori dell’aerospazio, difesa e sicurezza. "Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo al Padiglione Italia per Expo 2020 Dubai e di partecipare alla valorizzazione...

di Achille Perego

L’innovazione e la sostenibilità nell’aerospazio sono fra i tratti distintivi della partecipazione del nostro Paese a Expo Dubai, grazie anche alla presenza di Leonardo, Platinum Sponsor del Padiglione Italia. In quella che è una vetrina sul futuro e sulle eccellenze nazionali, non poteva mancare l’azienda leader in Italia nelle tecnologie d’avanguardia e nell’innovazione e tra i protagonisti globali nei settori dell’aerospazio, difesa e sicurezza. "Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo al Padiglione Italia per Expo 2020 Dubai e di partecipare alla valorizzazione dell’eccellenza del nostro Paese, che è esso stesso un mix unico di creatività e tecnologia", spiega Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo.

"Leonardo – prosegue Profumo – come grande realtà industriale ad alto contenuto tecnologico, ha sempre creduto nella valenza strategica del settore aerospaziale, investendo risorse e competenze per garantire all’Italia un ruolo da protagonista. La tecnologia è sia qualcosa che può migliorare la nostra vita nel giorno per giorno sia la chiave per proiettare il Paese verso il futuro". Per questo l’Expo sarà per Leonardo anche l’occasione per coinvolgere giovani studenti e studentesse, ricercatori e ricercatrici, in attività di formazione e condivisione, per creare connessioni e sinergie volte a favorire lo scambio di idee ed esperienze, indispensabili per disegnare le tecnologie del futuro.

Le installazioni proposte da Leonardo all’interno del Padiglione Italia, del resto, vogliono proprio raccontare la visione dell’azienda sulle tematiche più innovative del settore in cui opera, come la gondola motore del rivoluzionario convertiplano. L’AW609 di Leonardo è tra le innovazioni tecnologiche più significative dell’attuale panorama aeronautico mondiale. Si tratta di un velivolo progettato e costruito per ottenere una sintesi efficace tra la versatilità operativa dell’elicottero, con decollo e atterraggio verticale, e i vantaggi e le prestazioni proprie dell’aeroplano. Questa combinazione rivoluzionaria, unita al comfort di una cabina pressurizzata, rende il convertiplano una risorsa senza paragoni.

Una risorsa unica per il trasporto passeggeri executive e ’vip’ grazie a velocità, raggio d’azione e comfort volando da un dato punto a un altro in modo sicuro, rapido ed estremamente confortevole. Ma l’AW609 risulta anche il mezzo più idoneo a supporto delle operazioni di ricerca e soccorso e trasporto medico d’emergenza percorrendo distanze impossibili oggi per un elicottero. Tanto che oggi queste missioni vengono spesso svolte mediante l’uso combinato di aerei, navi ed elicotteri. Il convertiplano si appresta a essere anche la nuova generazione di velivoli a disposizione delle Forze dell’ordine per missioni di sorveglianza, trasporto governativo, operazioni speciali, recupero del personale e missioni utility. L’AW609 di Leonardo può volare, infatti, a una velocità di oltre 500 kmh con un raggio d’azione di quasi 1.400 km, che salgono a oltre 2.000 km con i serbatoi ausiliari.