A Dubai 2020 partecipano circa 200 Paesi. Si tratta della prima volta per un Paese arabo, ragion per cui sono state fatte le cose in grande. L’intera area copre infatti 4,3 chilometri quadrati, ovvero l’equivalente di ben 613 campi da football. E avrà una stazione metro dedicata. Ma c’è dell’altro: circa il 90% dei materiali sarà poi riutilizzato, al termine del semestre espositivo, nella creazione di edifici permanenti. Per Dubai l’Expo è anche il volano del rilancio economico: indotto di 33 miliardi di dollari e quasi 300mila posti di lavoro.