Lunedì 22 Luglio 2024

Zuppi incontra Zelensky. Il cardinale a Bucha ha reso omaggio alle vittime nelle fosse comuni

Il governo di Kiev chiede alla Santa Sede "di contribuire all'attuazione del piano di pace ucraino”, ha detto il presidente del Paese invaso

Roma, 6 giugno 2023 – Incontro oggi tra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e l’inviato del Papa, il cardinale Matteo Zuppi. Il governo di Kiev chiede alla Santa Sede "di contribuire all'attuazione del piano di pace ucraino", ha detto Zelensky, dopo il faccia a faccia. "Solo sforzi congiunti, isolamento diplomatico e pressioni sulla Russia possono influenzare l'aggressore e portare a una pace giusta in Ucraina. Chiedo alla Santa Sede di contribuire all'attuazione del piano di pace ucraino", ha scritto su Twitter.

Ucraina, Zelensky e Zuppi (Ansa)
Ucraina, Zelensky e Zuppi (Ansa)

Zelensky ha comunque assicurato che "l'Ucraina accoglie con favore la disponibilità di altri Stati e partner a trovare vie per la pace, ma poiché la guerra è sul nostro territorio, l'algoritmo per raggiungere la pace può essere solo ucraino".

Approfondisci:

Ucraina live: colpita la diga di Kakhovka, l’Onu riunisce il Consiglio d’urgenza. Usa: “Molti morti”. Incontro Zelensky-Zuppi

Ucraina live: colpita la diga di Kakhovka, l’Onu riunisce il Consiglio d’urgenza. Usa: “Molti morti”. Incontro Zelensky-Zuppi

Una serie di incontri di lavoro, ma anche di preghiera, che hanno fatto toccare con mano vari aspetti di una tragedia che dura da ormai quindici mesi. Dal suo arrivo ieri, 5 giugno, a Kyiv come inviato del Papa, il cardinale Matteo Zuppi - riferisce Vatican News - si è immerso nel dramma della guerra in Ucraina parlando con autorità istituzionali e religiose, tra cui oggi con il presidente Zelensky, allo scopo di "raggiungere una giusta pace e sostenere gesti di umanità per allentare le tensioni", come auspicato nella nota della Sala stampa vaticana alla vigilia della partenza per Kiev.

Ieri la sosta di preghiera a Bucha, dove aveva pregato anche il cardinale Elemosiniere del Papa, Krajewski.

Il cardinale è stato accompagnato dal capo dell'amministrazione statale regionale di Kiev Ruslan Kravchenko, dai rappresentanti delle autorità locali e dal nunzio apostolico a Kiev, monsignor Visvaldas Kulbokas.

Sempre ieri Zuppi si è fermato a colloquio con Dmytro Lubinets, l'incaricato della difesa dei diritti umani, per parlare della questione dei bambini ucraini nei territori occupati dai russi e anche della situazione dei prigionieri, compresi quelli civili.

Altro incontro di rilievo è stato quello con il Consiglio delle chiese e delle organizzazioni religiose.