Zodiac, la locandina del film
Zodiac, la locandina del film

Roma, 25 giugno 2021 - Un ingegnere marocchino trentottenne, Faysal Ziraoui, ha sostenuto di essere riuscito a scoprire in due settimane il contenuto degli ultimi due messaggi in codice ancora non decifrati lasciati da 'Zodiac', il serial killer che terrorizzò l'area di San Francisco alla fine degli anni '60, incluso quello che rivelerebbe la sua identita'. La comunità di appassionati che da oltre 50 anni si interroga su uno dei più grandi misteri criminali d'America ha però reagito con ostilità e i messaggi nei quali Ziraoui espone la sua scoperta sono stati cancellati dai moderatori dei principali forum dedicati a 'Zodiac' o ricevuti con pesanti critiche.

L'assassino seriale, responsabile di almeno cinque omicidi tra il 1968 e il 1969, aveva inviato alla stampa quattro messaggi in codice minacciando stragi se non fossero stati pubblicati. Il primo fu decifrato quasi subito, il secondo solo nel dicembre 2020, grazie al lavoro di otto mesi di una squadra internazionale composta da un programmatore americano, un matematico australiano e un magazziniere belga. Mancavano all'appello il messaggio 'Z32' e lo 'Z13', quello dove 'Zodiac' indica il suo nome, ritenuti troppo brevi per consentire un'adeguata verifica delle innumerevoli soluzioni proposte nel corso degli anni. Ziraoui ha provato ad applicare ai due messaggi lo stesso codice utilizzato per penetrare, lo scorso anno, nel 'Cipher 340' e ha adoperato un software di sua invenzione per tentare tutte le combinazioni possibili. Il contenuto di 'Z32', secondo l'ingegnere marocchino, e' 'LABOR DAY FIND 45.069 NORT 58.719 WEST', le coordinate geomagnetiche di una scuola di South Lake Tahoe che 'Zodiac', in una cartolina attribuitagli, aveva minacciato di colpire ('Labor Day', il 6 settembre, è invece la festività Usa che precede il ritorno in classe). 'Z13' reciterebbe invece: "Il mio nome è... KAYR'.

'Kayr', secondo Ziraoui, sarebbe uno dei refusi comuni nei messaggi di 'Zodiac' e starebbe per 'Kaye', ovvero Lawrence Kaye, uno dei sospetti nell'inchiesta sul serial killer. Morto nel 2010 all'età di 86 anni, Kaye era un commerciante con svariati precedenti penali che, poco prima dell'inizio delle imprese di 'Zodiac', aveva accusato, in un incidente stradale, un trauma cranico che, secondo i medici, aveva compromesso la sua capacità di controllare gli impulsi.

Gli appassionati hanno bocciato le rivelazioni di Ziraoui, anche per il pochissimo tempo nel quale sostiene di aver decifrato i messaggi (due settimane per 'Z32', addirittura un'ora per 'Z13'. Cinque mesi dopo i primi post, Ziraoui non ha insistito con i forum specializzati e ha ammesso di essere stato troppo risoluto nel proporre la sua soluzione come quella definitiva. David Oranchak, il capo del team che decifrò il 'Cipher 340', è scettico. "Sono state proposte centinaia di soluzioni per lo Z13 e lo Z12", ha spiegato al New York Times, "è praticamente impossibile determinare se una di queste sia corretta".

David Naccache e Emmanuel Thomè, due esperti di codici della Normale di Parigi e dell'Istituto Nazionale grancese per la Ricerca nella Scienza e nella Tecnologia Digitali, ritengono invece che il metodo adottato da Ziraoui sia solido e che gli inquirenti dovrebbero prenderlo in considerazione. La polizia di San Francisco, alla quale Ziraoui ha inviato una lettera con la sua soluzione dell'enigma e il codice utilizzato, si è però limitata a commentare che "le indagini sono ancora in corso". Il mistero continua.