Robert Mugabe, presidente dello Zimbabwe, parla in tv (afp)
Robert Mugabe, presidente dello Zimbabwe, parla in tv (afp)

Harare (Zimbabwe), 19 novembre 2017 - A sorpresa Robert Mugabe non si è dimesso dalla carica di presidente dello Zimbabwe. Nell'atteso discorso alla nazione Mugabe ha dichiarato - circondato dai vertici delle forze militari - di restare il capo dell'esercito e che guiderà il prossimo congresso del suo partito, lo Zanu Pf - che oggi lo ha espulso insieme alla moglie Grace - a dicembre.

Nel suo messaggio alla nazione Mugabe ha insistito sulla "necessità di intervenire per restituire un Paese normale". Il leader ha detto che il Paese "non sarà trasportato dalle amarezze", spiegando di "tenere in considerazione tutte le lamentele dei diversi strati della società e del suo stesso partito, che lo ha destituito" come leader. 

Tutti prevedevano che Mugabe lasciasse il suo posto e che presidente ad interim fosse scelto il vice, che aveva cacciato, Emmerson Mangangwa. Il presidente dell'associazione dei veterani di guerra, Chris Mutsvangwa, ha annunciato che la procedura per l'impeachment andrà avanti domani. Dalla rivolta militare di martedì Mugabe è stato agli arresti domiciliari e si è incontrato due volte coi militari per negoziare un'uscita di scena che poi alla fine non si è verificata.