Londra, 1 luglio 2021 - William e Harry riuniti dall'inaugurazione della statua dedicata alla madre, la principessa Diana, che oggi avrebbe compiuto 60 anni. I duchi di Cambridge e del Sussex si sono ritrovati per la prima dopo i funerali del nonno Filippo lo scorso aprile: i fratelli sono ancora divisi dalle tensioni tra Harry e la famiglia reale britannica, seguite dal suo trasloco negli Usa con la moglie Meghan, e dalle interviste poco gradite alla regina Elisabetta II.

Ma non potevano mancare: furono proprio gli stessi William e Harry, nel 2017, a commissionare la statua in ricordo della madre. Decidendo che sarebbe stata esposta nel Sunken Garden, uno dei giardini di Kensington Palace, residenza londinese di Diana durante il matrimonio col principe Carlo. Quell'opera avrebbe dovuto far riflettere i visitatori dell'importante residenza reale britannica sulla "vita e l'eredità" della "principessa del popolo", auspicavano. 

Alla cerimonia, in un parco pieno di fiori, e con decine di ammiratori presenti e distanziati, più per timore della variante Delta (che sta riportando in alto i contagi in Gb), che per le residue restrizioni legate al Covid ancora in vigore nel Regno Unito, erano presenti anche i tre fratelli di Diana, Charles, Sarah e Jane.

Poi duchi di Cambridge e del Sussex a quattro mani hanno scoperto la statua dello scultore Ian Rank-Broadley e dell'architetto Pip Morrison, autori del progetto. Poco prima, tra gli applausi, Morrison ha dichiarato: "È il risultato di uno sforzo collettivo". 

Di seguito William si è rivolto al fratello con una sola parola: "Ready?" ("Pronto?"), e hanno fatto calare il telo di copertura mentre i presenti applaudivano commossi.