Squadre speciali di agenti Usa intervengono in una sparatoria(Ansa)
Squadre speciali di agenti Usa intervengono in una sparatoria(Ansa)

Washington, 18 luglio 2021 - America sempre più violenta. La strage dovuta all'uso delle armi da fuoco non si arresta e in solo due giorni a Washington si contano la morte di una bimba di 5 anni e il ferimento di 9 persone in due diverse sparatorie. Nella prima, venerdì sera, è rimasta uccisa la piccola, e la polizia ha promesso una ricompensa di 60.000 dollari per chi fornirà informazioni sul killer. 

Paura allo stadio

Sabato sera di follia allo stadio di baseball: durante la partita fra i Washington Nationals e i San Diego Padres, nella capitale statunitense, si sentono una decina di colpi di arma da fuoco fuori dall'impianto sportivo. Il match viene immediatamente sospeso e agli spettatori consigliato di lasciare lo stadio. La polizia interviene in tempi stretti e rassicura: "Non c'è alcuna minaccia". Il bilancio è di quattro feriti, due soccorsi sul posto e due che si sono presentati successivamente in un vicino ospedale. Fra i quattro colpiti c'è una donna, raggiunta da un colpo alla schiena ma non in condizioni gravi. 
Sugli spalti c'è stato il panico: gli annunci a lasciare lo stadio hanno causato caos fra il pubblico, che ha cercato immediatamente riparo sentendo risuonare dagli altoparlanti l'allarme di una possibile persona armata. I giocatori in campo si sono ricongiunti con le famiglie presenti e sono stati allontanati. 

Uccisa bimba di 5 anni

L'episodio arriva in un fine settimana violento per Washington. Nella sparatoria di venerdì sera, in cui è morta la bimba, altre 5 persone sono rimaste ferite. I colpi di arma da fuoco sarebbero partiti da un'auto in movimento e, secondo la polizia, dietro alla sparatoria ci sarebbe un litigio personale. La bambina, soccorsa immediatamente, è stata trasportata subito in ospedale ma ormai era troppo tardi. La polizia ha annunciato una ricompensa di 60.000 dollari per chi fornirà informazioni sul killer. 

Stati Uniti, metropoli violente

Washington non è comunque l'unica città violenta del Paese. Il numero degli omicidi nelle grandi metropoli americane lo scorso anno è salito in media del 30% e l'amministrazione Biden e la polizia temono che con l'allentamento della restrizioni anti Covid si verifichi un balzo della violenza durante l'estate.