Alitalia, piloti e aereo: foto generica (Ansa)
Alitalia, piloti e aereo: foto generica (Ansa)

Londra, 16 febbraio 2020 - Atterrraggio fuori programma per il volo Alitalia diretto da Roma a New York: l'aereo è stato costretto a fare uno stop nello scalo londinese di Heathrow. Ma qual era l'emergenza? Niente guasti o perturbazioni ingestibili: il fatto è che a bordo c'era un passeggero 'indisciplinato' (unruly passenger, in gergo tecnico). Così, non appena atterrato l'aereo, la polizia britannica ha arrestato l'uomo, dopodiché il volo ha ripreso la sua rotta per gli Stati Uniti.

Il volo Alitalia era decollato da Roma alle 10.37 di stamattina e sarebbe dovuto atterrare a New York alle 14.25, ma intorno alle 11.30, mentre l'aereo sorvolava la Francia, a bordo è stata dichiarata un'emergenza di carattere generale e il pilota ha deviato verso l'aeroporto londinese di Heathrow. Fonti della compagnia fanno sapere che, a causa di un passeggero indisciplinato a bordo del volo AZ 608 Roma-New York, il comandante - come previsto dagli standard di sicurezza in questi casi - ha scelto cautelativamente di dirigersi verso il primo aeroporto utile lungo la rotta, Londra Heathrow.

L'atterraggio a Londra è avvenuto regolarmente e il passeggero è stato fatto sbarcare dall'aereo che è già ripartito dall'aeroporto di Heathrow alla volta di New York.
Un portavoce ha dichiarato: "La polizia è stata chiamata al terminal 4 dell'aeroporto di Heathrow per un passeggero indisciplinato su volo da Roma verso gli Stati Uniti. L'uomo è stato fatto scendere dall'aereo quando è atterrato e arrestato sulla base dell'articolo 136 del Mental Health Act".

Al momento non è dato di sapere con precisione cos'abbia combinato il passeggero a bordo.