5 mar 2022

Guerra in Ucraina, American Express come Visa e Mastercard: stop operazioni in Russia

Le carte di credito non varranno in Russia, e quelle emesse dalle banche russe non saranno più supportate fuori dal Paese

featured image
Mastercard

Roma, 6 marzo 2022 - Dopo Visa e Mastercard anche American Express ha annunciato la sospensione di tutte le sue operazioni in Russia e in Bielorussia  come risposta all'invasione dell'Ucraina. Lo rendono noto le società con i rispettivi comunicati. 

Putin: "Sanzioni come dichiarazione di guerra"

Ieri Visa per prima aveva annunciato lo stop con effetto immediato: collaborerà con i suoi clienti e partner in Russia per cessare tutte le operazioni Visa nei prossimi giorni. Una volta completate tutte le transazioni avviate con carte Visa emesse in Russia, non funzioneranno più al di fuori del Paese e quelle Visa emesse da istituti finanziari al di fuori della Russia non funzioneranno più all'interno della Federazione Russa. "Siamo obbligati ad agire in seguito all'invasione non provocata dell'Ucraina da parte della Russia e agli eventi inaccettabili a cui abbiamo assistito", ha affermato Al Kelly, presidente e amministratore delegato di Visa. 

Poco dopo è stata Mastercard ad annunciare la sospensione dei suoi servizi in Russia. "Questa misura implica che le carte emesse dalle banche russe non saranno più supportate dal sistema Mastercard". E come per Visa "le carte Mastercard emesse al di fuori del paese non funzioneranno in Russia".  Entrambe le società alcuni giorni fa avevano già bloccato di diversi enti finanziari dalla propria rete di pagamento in ottemperanza alle sanzioni imposte alla Russia.  

E a distanza di 24 ore American Express:  le carte emesse a livello globale non funzioneranno più presso i commercianti o gli sportelli automatici in Russia, mentre le carte emesse localmente in Russia dalle banche russe non funzioneranno più al di fuori del paese sulla rete globale di American Express. La società ha affermato che avrebbe anche interrotto tutte le operazioni commerciali in Bielorussia.  "Uno dei valori della nostra azienda è 'fare ciò che è giusto'", si legge in una nota.

La Sberbank, banca di stato russa, ieri aveva fatto sapere attraverso l'agenzia russa 'Tass' che "tutte le carte dei clienti Sber funzioneranno, sarà possibile effettuare transazioni sul territorio della Russia - prelevare contanti, effettuare trasferimenti per numero di carta, pagare sia nei negozi offline che nei negozi online russi ".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?