Stoccolma, 24 marzo 2019  - Fine dell'incubo per i 1300 passeggeri della nave da crociera Viking Sky, arrivata oggi pomeriggio  in porto a Molde dopo una notte d'incubo e di elicotteri in volo per evacuare i passeggeri. Tutti i passeggeri sono in salvo, alcuni ancora a bordo della nave, altri evacuati in una difficile operazione di soccorso con gli elicotteri. Il lieto fine si presagiva già dalla mattinata, visto che si era riusciti a riaccendere tre dei quattro motori finiti in avaria alle 14 di ieri.

L'imponente imbarcazione con 1.373 persone a bordo (915 passeggeri e 458 membri dell'equipaggio) è stata per 24 ore in balia delle onde al largo della costa occidentale della Norvegia e solo in mattinata è riuscita ad allontanarsi dalla pericolosa costa rocciosa per dirigersi verso il porto di Molde, a circa 500 km a nord ovest di Oslo. 

Con i motori riparati, sono state interrotte le operazioni di evacuazione: oltretutto la nave era agganciata a due rimorchiatori. Quando il capitano ha chiesto l'interruzione dei voli, per far girare la nave dai rimorchiatori e avviare la navigazione, gli elicotteri avevano portato a terra 460 persone. 

Il forte vento, le onde oltre 8 metri e la vicinanza agli scogli avevano spinto ieri le autorità norvegesi ad avviare l'evacuazione i passeggeri con gli elicotteri. Operazioni andate a rilento per le condizioni proibitive in cui dovevano operare i velivoli di soccorso.

image

Secondo quanto reso noto dalla polizia locale delle persone trasbordate con gli elicotteri, 17 sono state ricoverate in ospedale, tre sono in condizioni gravi. Un passeggero ha twittato che l'equipaggio della nave ha fatto un lavoro fantastico per tenere tutti a proprio agio. 

Il guasto si è verificato a circa 2,5 miglia nautiche dalla zona di Møre og Romsdal (Norvegia occidentale), regione famosa per i diversi naufragi.