Passeggeri all'aeroporto di Fiumicino (Ansa)
Passeggeri all'aeroporto di Fiumicino (Ansa)

Tokyo, 6 dicembre 2021 - Sono 10 i casi di variante Omicron sequenziati, al momento, in Italia (qui il bollettino con i contagi del 6 dicembre). Di 9 di questi ne dà notizia l'Istituto superiore di sanità. "Nella piattaforma ICoGen ci sono al momento 9 sequenze depositate: 7 del cluster relativo al paziente indice, 1 trovata in un paziente in provincia di Bolzano e 1 in un paziente in Veneto", si legge su Twitter. Il decimo caso è stato rilevato in Sardegna. Lo ha confermato il sequenziamento fatto dal laboratorio di Microbiologia e virologia dell'Aou di Sassari sul tampone del passeggero arrivato nei giorni scorsi ad Alghero, di ritorno da un viaggio in Sud Africa. 

Bassetti: "Omicron si evolve in raffreddore"

Terzo caso in Giappone

In Giappone è stato invece registrato il terzo caso della variante: si tratta di un cittadino nipponico proveniente dall'Italia. Lo anticipano i media nipponici, raccontando come la persona, che viaggia frequentemente in Italia, sia atterrato lunedì all'aeroporto Haneda di Tokyo e risultato positivo con il nuovo ceppo del virus. I precedenti casi nel Paese del Sol Levante riguardano un diplomatico della Namibia, e un uomo di circa vent'anni arrivato dal Peru la scorsa settimana.

Omicron, 183 casi in Danimarca. "Diffusione inquietante"

"Sintomi lievi o assenti"

Secondo l'Istituto nazionale per le malattie infettive, tuttavia, "le persone infette dalla variante omicron del coronavirus mostrano la tendenza a manifestare sintomi lievi o assenti, sebbene l'infettività della variante sia più forte di quella della variante delta, che sta rapidamente rimpiazzando dovunque". "Il rischio che le persone sviluppino sintomi gravi dopo essere state infettate dalla variante omicron è tuttavia sconosciuto, ma dai dati a disposizione si presume che i pazienti tendono ad avere sintomi lievi", ha aggiunto l'Istituto nella nota diffusa in giornata. 

Austria, ai no vax 600 euro di multa ogni trimestre