Roma, 6 luglio 2021 - Non solo variante Delta, gli scienziati sono già in allarme per una nuova mutazione: la Lamba. Se infatti la prima è la principalecolpevole dell'incremento dei contagi Covid in molti Paesi come Russia (oggi nuovo record negativo di vittime: 737 nelle ultie 24 ore) e Gran Bretagna, la seconda sta catturando l'attenzione degli esperti per l'insieme "insolito" di mutazioni.

Variante Delta, Gran Bretagna prevede 100mila contagi al giorno. Catalogna in lockdown

Variante Delta, il caso dei nuovi dati Pfizer in Israele. Salgono contagi tra i vaccinati

Rilevata per la prima volta in Perù ad agosto 2020 e scientificamente nota come C.37, da allora si è diffusa in 30 nazioni in quattro continenti (Europa, America, Africa e Oceania). Lo scorso mese l'Oms l'ha definita una "variante di interesse" e viene monitorata anche dall'European Centre for Disease Prevention and Control, il Centro Europeo di Prevenzione e controllo delle Malattie, oltre che dalle autorità sanitarie britanniche.

In Perù, secondo l'Oms, nei mesi di maggio e giugno ha rappresentato l'82% dei casi, in un Paese che comunque ha il più alto tasso di mortalità al mondo. Anche in Cile, rappresenta quasi un terzo dei nuovi casi. Per fare un raffronto: sempre in Perù a dicembre dell'anno scorso era presente su uno ogni 200 campioni, a marzo era nel 50% di quelli nella capitale Lima. Adesso il numero è salito all'80% secondo quanto riferito al Financial Times, nei giorni scrosi, da Pablo Tsukayama, medico in microbiologia molecolare presso l'Università Cayetano Heredia. Sono dati che fanno pensare che la sua velocità di trasmissione sia superiore rispetto ad altre varianti.

Al momento casi questa mutazione sono stati rilevati anche in Argentina (dove ha contagiato anche il presidente Alberto Fernandez), in Colombia, Ecuador e Brasile. La Lambda ha raggiunto anche il Messico, e il Nord-America (Stati Uniti e Canada); ed è stata trovata anche in 10 Paesi. 
Al momento la variante Lambda non ha ancora dimostrato di essere più aggressiva o trasmissibile rispetto ad altri ceppi. "Non c'è una prova che faccia pensare che sia più aggressiva delle altre varianti", ha spiegato Jairo Menz Rico, consulente per le malattie virali all'Organizzazione sanitaria pan-americana. "E' possibile che ci sia un più alto tasso di contagio ma c'è ancora da studiare".

Variante Epsilon e le altre che preoccupano: dove si trovano