Covid, record di vittime a Mosca (Ansa)
Covid, record di vittime a Mosca (Ansa)

Roma, 22 giugno 2021 - La variante Delta del Covid corre dove le vaccinazioni arrancano. Con 546 nuovi decessi legati al Covid-19 nelle ultime 24 ore, la Russia ha toccato il suo record massimo di vittime giornaliere dall'11 febbraio. A quanto riferito dalle autorità sanitarie, nell'ultima giornata i nuovi casi sono stati 16.715. Mosca vive la situazione più critica: 6.555 nuovi contagi e un record assoluto di morti da inizio pandemia: 86 nelle ultime 24 ore. Quasi il 90% delle nuove infezioni nella capitali è legata alla mutazione, quella cosiddetta indiana, ha fatto sapere il sindaco Sergei Sobyanin, il quale ha varato nuove restrizioni nella speranza di contenere il virus: dal 28 giugno, solo i vaccinati, chi ha avuto il Covid negli ultimi sei mesi e chi ha effettuato un tampone negativo nelle ultime 72 ore potrà mangiare nei café o ristoranti della città. "L'immunizzazione può avvenire sia attraverso la vaccinazione che attraverso la guarigione dal Covid, ma la realtà che la discriminazione diventerà inevitabile", ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. Nonostante la Russia sia stato il primo Paese al mondo ad aver registrato un vaccino contro il Covid, lo Sputnik V, la campagna di immunizzazione procede a rilento.

Variante Delta, Ecdc: entro fine agosto 90% contagi. Dove si trova nel nostro Paese

Variante Delta, focolaio a Piacenza. Ma nessun positivo era vaccinato

Come scaricare il Green Pass: tutti i modi per richiederlo

Israele, risalgono i contagi

In Israele la rapida crescita di contagi di Covid, per lo più attribuiti alla variante Delta, ha allarmato le autorità sanitarie. Dopo varie settimane in cui il numero quotidiano dei nuovi contagi era inferiore a 10, negli ultimi giorni si è registrata una rapida accelerazione e ieri il totale dei nuovi casi è stato di 125, per lo più fra adolescenti. Il ministero della sanità ha consigliato di procedere alla vaccinazione dei giovani di età compresa fra 12-15 anni. "Ne abbiamo già vaccinati 23mila, con una prima dose, senza rilevare ripercussioni significative" ha detto al sito Ynet il direttore generale del ministero Chezi Levy. Secondo la stampa è prevedibile che le loro vaccinazioni saranno completate entro la fine di luglio. L'ingresso di nuove varianti in Israele è attribuito alle visite di persone in Paesi a rischio. Al momento, secondo Levy, i più pericolosi sono sei: Russia, India, Messico, Brasile, Argentina e Sudafrica. Le autorità fanno appello alla popolazione a non recarsi affatto in quegli Stati. L'obbligo di indossare la mascherina è stato revocato la scorsa settimana in Israele. Il direttore sanitario ha quindi anticipato che il ministero emetterà presto una direttiva in cui si raccomanderà di indossare il dispositivo di protezione in tutte le scuole e le istituzioni accademiche, così come nelle aree dove sono emersi nei giorni scorsi dei focolai. 

Vaccino Covid per under 18: cosa sappiamo finora e gli effetti collaterali

Vaccini Covid, allarme Oms: i Paesi poveri hanno finito le dosi

GB, il numero delle vittime resta basso

I dati dell'ultima settimana sulla pandemia nel Regno Unito appaiono "incoraggianti" nonostante il rimbalzo dei contagi alimentato dalla variante Delta - ha detto il ministro della Sanità, Matt Hancock - sottolineando che da un lato l'incremento pare rallentare, dall'altro il numero dei ricoveri in ospedale segue una progressione "meno veloce" e il numero dei morti giornalieri resta in media "molto basso. "Dobbiamo rimanere vigili e osservare i dati in particolare dalla prossima settimana", ha puntualizzato Hancock, sottolineando tuttavia come l'accelerazione dei vaccini si stia rivelando "efficace" anche contro questa mutazione. Nel Paese finora sono state somministrate circa 75 milioni di dosi vaccinali, con il 60% dell'intera popolazione adulta interamente vaccinata e l'82% immunizzata con almeno una dose. Mentre le ultime elaborazioni del servizio sanitario nazionale britannico indicano ora un efficacia del 75% dei vaccini sia Pfizer sia AstraZeneca sulla riduzione del rischio di ricovero ospedaliero delle persone contagiate con la variante Delta anche dopo una sola dose: indicazione più confortante rispetto ai dati di studi precedenti.

Vaccino Covid: come spostare l'appuntamento regione per regione (prima dose e richiamo)

Variante Delta tra Cremona e Piacenza: focolaio al polo logistico con 24 positivi