Berna, 20 febbraio 2019 - E' morto uno degli sciatori travolti ieri dalla valanga a Crans Montana, in Svizzera. Si tratta di un poliziotto francese di 34 anni che era stato estratto ieri da sotto la neve in gravi condizioni ed è deceduto nella notte in ospedale. Altre tre persone sono rimaste ferite. 

Intanto spunta un video choc degli sciatori in fuga dalla neve. Nelle immagini, uno sciatore sta percorrendo una pista da sci nella zona della Plaine-Morte. A un certo punto si volta e nota la valanga cadere violentemente verso di lui e gli altri sciatori sulla pista. Un paio di persone scompaiono sotto la nube di neve che avanza veloce. Lo sciatore che sta facendo il video accelera, con voce a dir poco preoccupata avverte gli altri del pericolo. Tutti si sbrigano a scendere, anche se qualcuno non si accorge di cosa sta accadendo. È una corsa contro il tempo e contro la furia della neve. 

Fino a oggi il bilancio era di quattro feriti, di cui uno grave. Ma stamani è arrivata la notizia che quest'ultimo, poliziotto francese di 34 anni, è morto. Le ricerche dei dispersi sono terminate oggi. La polizia cantonale ha dichiarato che non dovrebbero esserci altre persone rimaste sepolte sotto la neve. E nel frattempo la procura ha aperto un'inchiesta per stabilire le cause esatte della valanga.

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Su Twitter ieri era stato pubblicato un altro video, condiviso da una giornalista de "Le Temps". È il momento successivo alla caduta della slavina. Nelle immagini si vedono la pista da sci completamente travolta dalla valanga e i soccorritori cercare i dispersi rimasti sepolti sotto la neve.