Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
2 lug 2020

Usa, vendite di armi record in giugno

Epidemia, proteste contro la polizia e i sondaggi a favore di Biden, favorevole a restrizioni nelle vendite, stanno facendo volare il mercato di pistole e fucili tra i consumatori americani

2 lug 2020
epa08498782 Members of the second amendment advocacy group, 'The Right to Bear Arms Virginia', hold a rally outside the Virginia State Capitol in Richmond, Virginia, USA, 20 June 2020. Following the death of George Floyd while in Minneapolis police custody protests of outrage have resulted in the removal of Confederate memorials in many parts of the country. Virginia Governor Ralph Northam's order for the removal of the statue of Confederate general Robert E. Lee is under an indefinite injuction due to a jugde's order. Removal of the statue has been demanded by Black Lives Matter supporters but opposed by conservative second amendment advocacy groups such as 'The Right to Bear Arms Virginia'.  EPA/MICHAEL REYNOLDS
Membri del gruppo di destra 'The Right to Bear Arms Virginia' (Ansa)
epa08498782 Members of the second amendment advocacy group, 'The Right to Bear Arms Virginia', hold a rally outside the Virginia State Capitol in Richmond, Virginia, USA, 20 June 2020. Following the death of George Floyd while in Minneapolis police custody protests of outrage have resulted in the removal of Confederate memorials in many parts of the country. Virginia Governor Ralph Northam's order for the removal of the statue of Confederate general Robert E. Lee is under an indefinite injuction due to a jugde's order. Removal of the statue has been demanded by Black Lives Matter supporters but opposed by conservative second amendment advocacy groups such as 'The Right to Bear Arms Virginia'.  EPA/MICHAEL REYNOLDS
Membri del gruppo di destra 'The Right to Bear Arms Virginia' (Ansa)

New York, 2 luglio 2020 - Una vera e propria corsa alle armi, quella degli americani nell'ultimo mese. Stando all'ultimo aggiornamento dell'Fbi la domanda di pistole e fucili tra i consumatori Usa ha raggiunto livelli record a giugno. Una escalation che è stata favorita da vari fattori come l'aumento di acquisti in vista del lockdown per coronavirus, seguita dalle proteste contro la brutalità della polizia nei confronti delle minoranze, e conseguenti reazioni dell'estrema destra.

Nel mese scorso i cosidetti "background checks", cioè i controlli necessari nei confronti di chi si presenta in negozio a comprare una pistola o un fucile, sono stati 3,9 milioni, un primato mai registrato dal 1998, quando l'Fbi iniziò a tenere conto degli acquisti di armi. Il trend è partito da marzo, a inizio epidemia.

Bloomberg scrive che i proprietari di negozi di armi e gli analisti di Wall Street si attendono nuovi aumenti delle vendite, e non solo per le proteste contro la polizia, ma soprattutto perché ora c'è da considerare il fattore Joe Biden: il candidato democratico alla Casa Bianca sta andando bene nei sondaggi, e sembra sia favorevole alle restrizioni sul possesso di armi.

Involontariamente lo Trump stesso ha testimoniato questo clima di tensione postando su Twitter un video in cui una coppia, a St.Louis, Missouri, brandisce delle armi da fuoco all'indirizzo di un gruppo di manifestanti contro le violenze della polizia. 

Usa, proteste a St. Louis: uomo e donna puntano armi contro manifestanti

La tensione favorisce anche l'uscita dall'ombra di movimento anti sistema di estrema destra, come i 'boogaloo', una sigla che riunisce vari attivisti per le armi come i suprematisti bianchi e altri gruppi estremisti neri che vanno oltre l'appoggio alle autorità federali, e puntano a una futura guerra civile contro il governo. Il nome nasce da un film del 1984: "Breaking 2: Electric Boogaloo", molti aderenti si presentano in pubblico armati e con indosso camicie hawaiane.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?