Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
31 mar 2020
31 mar 2020

Coronavirus, a New York è morto un bambino. In Belgio non ce la fa una ragazzina 12enne

Superati gli 800 mila contagi al mondo, e 40 mila morti. Usa, il doppio dei contagi della Cina e 3 mila morti. California, 17enne senza polizza muore perchè respinto da ospedale privato. A Madrid oltre i 3.000 decessi. Panama, quarantena a giorni alterni tra uomini e donne

31 mar 2020

Roma, 31 marzo 2020 - E' un'onda che si ingrossa ogni giorno di più, la pandemia del coronavirus nel mondo. Superati gli 800 mila casi, lo rende noto la mappa della Johns Hopkins University. Oggi i contagi globali sono 809.608. I morti arrivano a quota 40 mila (40.636). I guariti sono 174.019. I Paesi più colpiti sono, nell'ordine, Stati Uniti, Italia (qui i dati del 30 marzo), Spagna, Cina, Germania, Francia, Iran, Regno Unito, Svizzera e Belgio. Una notizia drammatica dal Beglio: è morta una bambina di 12 anni. A New York un bambino. Intanto l'Oms lancia l'allarme per Asia e Pacifico e La British Airways sospende i voli da Gatwick.

In Olanda rubato quadro di Van Gogh nel museo chiuso

In Belgio muore bambina di 12 anni

Una bimba di 12 anni è morta in Belgio a causa del coronavirus. Lo hanno annunciato oggi le autorità sanitarie locali stando a quanto scrive l'agenzia di stampa Belga. "È un evento molto raro ma che ci ha sconvolti", ha detto il virologo Emmanuel André nel corso della consueta conferenza stampa, scrive Le Soir. Il virologo Steven Van Gucht ha aggiunto che lo stato di salute della piccola è peggiorato dopo tre giorni di febbre. Solo pochi giorni fa era morta una ragazzina di 16 anni in Francia.

A New York è morto un bambino

Un bambino è morto a New York per il Coronavirus. Le autorità sanitarie hanno fatto l'annuncio, senza fornite altre informazioni. Non si sa l'età del minore, ma sarebbe stato affetto da patologie pregresse. Il governatore dello Stato, Andrew Cuomo, ha dichiarato che il Covid-19 "è più pericoloso" di quanto atteso. Oggi i casi sono aumentati del 14% a 75.795 e i morti sono aumentati del 27,2%, passando da 1.218 a 1.550. "Abbiamo sottovalutato questo virus, è più potente e pericoloso di quanto pensassimo".  E ha aggiunto: "Tutti vogliono sapere una cosa: 'Quando finirà?'. Nessuno lo sa, ma posso dire che non sarà presto, quindi ricalibrate voi stessi e le vostre aspettative, così da non essere delusi ogni mattina, quando vi svegliate". Positivo anche il fratello del governatore di New York, Chris Cuomo, volto noto della Cnn. "Starà bene, è giovane, in forma, è forte, non forte come pensa di essere, ma starà bene", ha detto il governatore sottolineando che "c'è una lezione in questo, il virus è un grande livellatore". 

In tutti gli Stati Uniti i contagi sono saliti a 162.168, con almeno 3040 decessi, scrive la Cnn sulla base dei dati forniti dai 50 stati, dal distretto di Columbia, quello della capitale Washington, e dai territori Usa. Hawaii e Wyoming non registrano decessi.

America turbata anche la morte di un 17enne colpito da Covid-19 in California. Il ragazzo non aveva patologie pregresse, e forse poteva essere salvato. Infatti Rex Parris, sindaco di Lancaster, a nord di Los Angeles, dove la vittima abitava con i genitori, ha detto che il ragazzo, nonostante fosse stato portato in ospedale in gravi condizioni, non era stato soccorso perchè privo della polizza sanitaria che avrebbe coperto le spese. I medici lo hanno mandato in un ospedale pubblico, distante mezz'ora. Durante il tragitto il ragazzo è morto.

Gli Usa: 100 milioni di aiuti all'Italia

Coronavirus, Trump: "All'Italia 100 milioni di dollari in aiuti sanitari"

Strumenti e prodotti sanitari per 100 milioni di dollari saranno inviati dagli Stati Uniti all'Italia per la lotta contro il Coronavirus, compresi i nuovi kit per i test veloci prodotti dalla Abbott. Lo ha annunciato il presidente Donald Trump, durante la conferenza sul Covid-19 alla Casa Bianca, segnalando di averne parlato al telefono con il premier Giuseppe Conte. In Italia "stanno attraversando un momento difficile", ha riconosciuto Trump, precisando che Conte è  stato "molto contento" degli aiuti Usa. Il presidente del consiglio aveva riferito via Twitter del suo colloquio "lungo ed amichevole" con Trump, esprimendo "gratitudine per la solidarietà e il supporto degli amici americani".

Negli Usa la pandemia sta dilagando come testimoniano gli ultimi numeri: oltre 162.000 casi, in pratica il doppio della Cina. "Sono tempi difficili, decisivi i prossimo 30 giorni", ha detto Trump che ha poi aggiunto che se ci fosse una seconda ondata in autunno gli Usa sarebbero pronti ad affrontarla. Gli Usa hanno ricevuto aiuti dalla Cina e dalla Russia.

Il re della Thailandia in isolamento di lusso con 20 concubine

Spagna, a Madrid più di 3.000 morti 

Torna a salire in Spagna il numero dei contagi: quasi dieci mila in un giorno, un record negativo che arriva dopo cinque giorni di rallentamento. I casi passano a 94.197, rispetto agli 85.195 registrati ieri. La più colpita è la regione di Madrid con 3.603 morti su 8.189 decessi in tutto il Paese iberico. E la zona della capitale registra il più forte aumento di casi: 3.419 in un giorno, per un totale di 27.509 nella regione. La Catalogna segue con 1.672 morti e 8.773 casi. Unica nota positiva, fa notere El Mundo: è il terzo giorno consecutivo che si registra un calo di vittime. 

Russia, positivo primario che accompagnò Putin

Preoccupazione a Mosca per la positività del primario dell'ospedale visitato da Vladimir Putin. Il presidente si è a lungo intrattenuto, spiega Rossiya 24, con il dottor Denis Protsenko, che lo ha accompagnato martedì scorso nella visita all'ospedale numero 40, in cui sono ricoverati pazienti che hanno contratto l'infezione. E' vero che Putin indossava una tuta protettiva gialla e una maschera, ma dopo il passaggio in corsia il presidente era invece in giacca e cravatta e a viso scoperto, quando ha stretto la mano di Protsenko, come evidenziano le fotografie ufficiali. Il Cremlino ha subito sottolineato che Putin "si sottopone ai test regolarmente. Va tutto bene".

Vladimir Putin stringe la mano a Denis Protsenko (Ansa)
Vladimir Putin stringe la mano a Denis Protsenko (Ansa)

In Germania balletto sui dati

Il numero dei casi accertati di Coronavirus in Germania è salito a 61.913 mentre i decessi collegati alla malattia sono stati in totale 583. Queste le ultime cifre fornite oggi dal Robert Koch Institut: rispetto a ieri, i contagi sono saliti di 4,615, i casi di decessi di 128. Dati contestati però da altre fonti, quali Die Zeit, che parla di 67.051 pazienti contagiati, 6522 dei quali ricoverati, e di 650 decessi. La John Hopkins University ha attestato invece 66.885 casi e 645 morti.

Francia, Macron: "Indipendenti per le mascherine"

Il presidente francese Emmanuel Macron oggi, durante una visita a una fabbrica di mascherine , ha detto di voler raggiungere "l'indipendenza piena e intera" della Francia "entro la fine dell'anno" nella produzione di mascherine protettive. Parlando dopo la visita alla fabbrica di Kolmi-Hopen nei pressi di Angers, Macron ha annunciato lo sblocco dei 4 miliardi per finanziare ordini "in farmaci, respiratori e maschere". Intanto aumentano le denunce per "messa in pericolo della vita altrui" nei confronti del governo francese e della sua gestione dell'epidemia di coronavirus.   

In Ungheria Orban prende i pieni poteri

Coronavirus a Monaco:sanificazione strade, casinò e parchi chiusi

Asia e Pacifico, l'Oms lancia l'allarme

"L'epidemia è tutt'altro che finita in Asia e nel Pacifico. Questa sarà una battaglia a lungo termine e non possiamo abbassare la guardia". Lo ha detto oggi Takeshi Kasai, direttore regionale dell'Oms per il Pacifico occidentale.

Cina, 48 casi tutti importati

La Cina, da quando a dicembre è stato scoperto il virus per la prima volta a Wuhan, ha registrato 81.518 contagi e 3.305 decessi. Restano in cura ancora 2.161 pazienti. I nuovi casi sono 48 tutti importati. Nessun caso a Wuhan. Allarme della Banca Mondiale: l'economia della Cina potrebbe fermarsi.

Corea del Sud, casi in rialzo

La Corea del Sud ha riportato ieri un rialzo di nuovi casi a 125, dai 78 di domenica. Secondo il Korea Centers for Disease Control and Prevention, le infezioni totali sono 9.786 e i decessi 162 (+4). Sono 15 i casi importati, 518 in totale. La Corea del Sud ha varato una quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutti gli arrivi, anche per i 530 sudcoreani attesi dall'Italia. I guariti sono adesso 5.408, mentre i pazienti in cura 4.275. Seul ha annunciato oggi che il nuovo anno scolastico inizierà il 9 aprile esclusivamente online. I primi ad ebntrare nelle classi virtuali saranno i ragazzini delle medie e le superiori. L'apertura dell'anno scolastico è stata già rimandata ripetutamente: doveva iniziare a marzo. Il governo ha chiesto alle scuole di adeguarsi ai sistemi tecnologici per avviare l'anno scolastico online.

Panama, giorni alterni tra uomini e donne

Originale misura per contrastare l'epidemia di Covid-19 a Panama, il presidente Niro Cortizo ha annunciato, tra le varie restrizioni, una quarantena alternata per uomini e donne che potranno uscire in giorni differenti dalle loro case: le donne possono uscire tutti i lunedì, mercoledì e venerdì, mentre gli uomini martedì, giovedì e sabato. Cortizo su Twitter ha concluso. "Domenica, staranno tutti a casa".

Coronavirus, disinfestazione del Muro del Pianto di Gerusalemme

Il resto del mondo

A sette giorni dall'inizio del lockdown, in India si è registrato il più marcato incremento giornaliero dei casi di coronavirus: 227 nuovi casi per un totale di oltre 1.200. Tragica la situazione in Iran, il ministero della Sanità di Teheran ha reso noto che sono 141 i morti registrati nelle ultime 24 ore. Il numero totale dei decessi è salito a 2.898. I contagi complessivi sono 44.605. Al momento 14.656 persone risultano ricoverate in Iran, 3.703 delle quali sono in condizioni critiche.  

"State al sicuro, state a casa": messaggio sulle piramidi di Giza

In Israele è allarme per gli ultra ortodossi: secondo ultime stime la maggioranza degli ammalati di Coronavirus in Israele apparterrebbe a questa comunità. Il problema è il loro stile di vita: la maggior parte non legge i giornali in generale, non guarda la televisione e rifugge da Internet. Hanno famiglie numerose, con tanti figli, pregano nelle loro congregazioni tre volte al giorno e, in alcuni luoghi, vivono in quartieri affollati governati dalle leggi della Torah e dalla parola dei rabbini. Per questo sono molto esposti al contagio. 

Il Vietnam si appresta al 'lockdown' per contenere l'epidemia: da mercoledì fino al 15 aprile. Tanzania, primo decesso legato all'epidemia di coronavirus. La vittima è 49enne che soffriva di altre patologie. Nel Paese ci sono 19 casi di contagio, per la maggior parte turisti stranieri e persone che erano state a contatto diretto con loro. Primi tre casi in Botswana. Gli infetti sarebbero tre viaggiatori, due dei quali provenienti dalla Thailandia, il terzo dalla Gran Bretagna.

La mappa live del contagio

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?