Un bombardiere B-1 dell'US Air Force (Ansa)
Un bombardiere B-1 dell'US Air Force (Ansa)

Washington, 8 febbraio 2021  - Gli Stati Uniti hanno deciso di schierare i bombardieri B-1 in Norvegia. Un chiaro messaggio di avvertimento del neo presidente Joe Biden alla politica estera di Vladimir Putin: gli Usa opereranno nella regione strategica dell'Artico e difenderanno gli alleati nell'area contro eventuali aggressioni russe.

L'aeronautica militare Usa sta inviando i bombardieri strategici nel Paese scandinavo per la prima volta. Secondo quanto riferisce la Cnn Washington sta mettendo paletti precisi alle attività di Mosca nella regione artica, facendo più 'forte' la sua presenza. 

Inoltre la politica estera russa negli ultimi anni è arrivata a 'minacciare' i confini dell'Europa, e il Pentagono, al contrario dell'era Trump, tornerà un punto di riferimento per gli alleati, e garantirà un'immediata risposta nell'area da qualsiasi aggressione russa vicino al confine del Paese. 

La Cnn, che cita funzionari della Difesa, riferisce che quattro bombardieri B-1 della US Air Force e circa 200 membri del personale della Dyess Air Force in Texas saranno spostati nella base aerea di Orland in Norvegia al più presto: nelle prossime tre settimane inizieranno le missioni nel Circolo Polare Artico e nello spazio aereo internazionale al largo della Russia nordoccidentale. 

Il Dipartimento della Difesa Usa è preoccupato per le mosse militari russe tese a bloccare il potenziale accesso all'Artico. "I recenti investimenti russi nell'Artico includono una rete di mezzi aerei offensivi e sistemi missilistici costieri", ha avvertito Barbara Barrett, segretaria dell'Air Force durante l'amministrazione Trump. Gli Stati Uniti valutano che la Russia consideri il mantenimento del proprio accesso all'Artico sempre più vitale, con quasi il 25% del suo prodotto interno lordo proveniente da idrocarburi a nord del Circolo Polare Artico, ha detto Barrett.