Roma, 3 settembre 2021 - Un bilancio pesantissimo, che cresce di ora in ora. Sono almeno 48 i morti dopo le inondazioni improvvise causate dalla 'coda' dell'uragano Ida che ha colpito la costa orientale Usa. La tempesta ha scaricato pioggia senza precedenti. Nel solo New Jersey in 25 hanno perso la vita, principalmente sorpresi dalle acque mentre si trovavano in auto, ha riferito il governatore Phil Murphy. Tra le vittime, 16 nello Stato di New York, tre nel sobborgo di Westchester, e altre tre persone sono morte vicino a Filadelfia, in Pennsylvania. Nel bilancio anche un giovane poliziotto del Connecticut. Molti danni anche in Virginia.

New York, un uomo in un strada allagata (Ansa)

Il presidente Joe Biden ha sentito i governatori degli stati colpiti. "Gli ultimi giorni con l'uragano Ida, gli incendi nell'Ovest, le inondazioni senza precedenti e improvvise a New York e nel New Jersey sono un altro pro memoria che la crisi climatica è in atto", ha sottolineato il presidente su Twitter, aggiungendo: "Dobbiamo essere più preparati. Ecco perché sto esortando il Congresso ad agire e ad approvare il mio piano 'Build Back Better'".

Lo stadio da baseball di Bridgewater, New Jersey, sott'acqua visto dal satellite (Ansa)