Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 giu 2022
5 giu 2022

Ucraina, Zelensky visita Zaporizhzhia. "Conquistare Kiev resta l'obiettivo di Mosca"

La capitale colpita da bombardieri Tu-95. Missile russo sorvola sito nucleare. Nessuna tregua nel Donbass: "Russi perdono terreno a Severodonetsk". Putin: "Se Occidente fornisce armi a lungo raggio, colpiremo nuovi siti". All'Ucraina armi dalla Spagna

5 giu 2022

Roma, 5 giugno 2022 - Guerra in Ucraina, giorno 102.  Kiev è di nuovo sotto attacco: suonano le sirene, udite all'alba forti esplosioni che hanno causato diversi roghi. Per colpire sarebbero stati utilizzati bombarideri Tu-95, progettati per compiere attacchi nucleari. Allarme per un missile russo che è passato a bassa quota sopra una centrale nucleare nel Mykolayiv. Si combatte senza tregua nel Donbass: le truppe di Putin sarebbero in difficoltà nella battaglia di Severodonetsk.

Il presidente ucraino Zelenskyi ha visitato oggi Zaporizhzhia, dove ha incontrato gli sfollati di Mariupol. Il leader ha anche ispezionato alcune postazioni di rilievo dell'esercito: "Voglio ringraziarvi per il vostro grande lavoro, per il vostro servizio, per aver protetto tutti noi, il nostro Stato. Grazie a tutti", ha detto Zelensky ai militari.

Nel frattempo, parte oggi una esercitazione militare internazionale nel Mar Baltico dei 14 Paesi membri della Nato, insieme a Svezia e Finlandia. 

Severodonetsk, gli ucraini avanzano ancora. Putin fa i conti con l'incubo flop

Sommario

false
false

Kiev

Lo Stato maggiore delle Forze ucraine parla di lancio di "missili e attacchi aerei su infrastrutture militari e civili nel nostro Paese, in particolare a Kiev". A colpire la capitale sarebbero stati missili lanciati da un bombardiere bombardiere strategico Tu-95 che sorvolava il Mar Caspio: lo ha reso noto l'Aviazione ucraina, secondo quanto riporta l'agenzia Ukrinform. Uno dei missili è stato abbattuto dalle forze ucraine. Il Tu-95 è un quadrimotore di fabbricazione sovietica, sviluppato negli anni cinquanta dalla Tupolev e progettato per compiere missioni di deterrenza e attacchi nucleari. La nuova versione di questo aereo è in grado di lanciare missili da crociera a lungo raggio. Secondo Mosca, nei raid su Kiev sono stati distrutti carri armati T-72 forniti dai Paesi dell'Europa orientale agli ucraini. Abbattuti anche "altri veicoli corazzati che erano negli hangar". 

Il punto in Donbass

Continua a infuriare la battaglia a Severodonetsk, dove è in corso una controffensiva ucraina (che mosca nega). "I russi controllavano il 70% di Severodonetsk, ma nel giro di due giorni sono stati respinti, ora la città è divisa a metà. Gli occupanti hanno perso un numero enorme di personale, otto russi sono stati fatti prigionieri", ha detto il governatore di Lugansk Serhiy Gaidai, citato da Ukrinform. Kiev accusa le truppe di Mosca di avere deportato circa 13mila persone dalla città. Secondo lo Stato maggiore ucraino i russi starebbero cercando di circondare le truppe ucraine nelle aree di Severodonetsk e Lysychansk per bloccare le principali rotte logistiche. Zelensky: "Colpite dai russi 113 chiese, lanciati 2.503 missili".  

Putin

Dopo aver lanciato l'ennesima sfida agli Usa ("Armi americane all'Ucraina? Le stiamo schiacciando come noci"), Vladimir Putin ribadisce che consegnare altre armi a Kiev da parte degli occidentali ha l'unico obiettivo di "estendere il conflitto il più possibile". Quindi la minaccia: "Se l'Occidente fornirà missili a lungo raggio a Kiev, la Russia ne prenderà atto e colpirà strutture finora risparmiate dalla guerra".

Ieri Mosca ha punta il dito contro l'Italia che porterebbe avanti una campagna anti-Russia. Aumentano "i sentimenti russofobi" in Italia, sui media c'è "un'aperta campagna antirussa", ha denunciato l'ambasciata di Mosca a Roma in un post su Facebook, pubblicando stralci del rapporto del ministero degli Esteri russo "sulle violazioni dei diritti dei cittadini russi e dei connazionali all'estero".

Missile a bassa quota su centrale nucleare

Oggi la Russia ha lanciato un missile da crociera che è volato "criticamente a bassa quota" sulla centrale nucleare dell'Ucraina meridionale nella regione di Mykolayiv. Lo ha denunciato l'operatore nazionale delle centrali, Energoatom. Le forze russe "ancora non capiscono che anche il più piccolo frammento di un missile che può colpire un alimentatore funzionante può causare una catastrofe nucleare e una perdita di radiazioni", afferma l'ente in una nota.

Armi dalla Spagna

La Spagna fornirà all'Ucraina missili antiaerei Shorad Aspide e carri armati Leopard A4, oltre all'indispensabile addestramento dell'esercito di Kiev: lo scrive oggi il quotidiano spagnolo El Pais, che cita fonti governative. Si tratta di un salto di qualità da parte di Madrid, che finora si era limitata a inviare all'Ucraina munizioni, dispositivi di protezione individuale e armi leggere come lanciagranate e mitragliatrici.

"Kiev è l'obiettivo dei russi"

Kiev rimane l'obiettivo principale dei russi. Lo afferma il viceministro della Difesa ucraino Anna Malyar, come riporta Ukrainska Pravda, dopo le diverse esplosioni di stamattina nella capitale ucraina. "Abbiamo sempre detto apertamente che Kiev è costantemente minacciata. Le persone stanno tornando per vari motivi, ma dobbiamo ancora capire che la guerra è in una fase calda e Kiev, in quanto obiettivo principale della Federazione Russa, rimane tale".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?