2 apr 2022

Ucraina news, Mosca mobilita truppe in Transnistria. Kiev: 20 corpi per strada a Bucha

La ritirata di Putin dal Nord: via anche da Hostomel. "Completa liberazione della regione di Kiev". Pronte navi della Turchia per evacuare civili e feriti. Gli stati baltici bloccano le importazioni di gas dalla Russia

Roma, 2 aprile 2022 - Un'altra notte di sirene e bombe in Ucraina, dove sembra ancora lontana la possibilità di una reale tregua alla guerra. "Quando finirà (il conflitto ndr)? E' una domanda dolorosa",  ammette a Fox News il presidente Zelensky, che però insiste: "Oltre alla vittoria, il popolo ucraino non accetterà nessun risultato. Non scambiamo il nostro territorio. La questione dell'integrità territoriale e della sovranità è fuori discussione". Zelensky non nega l'attacco ai depositi di petrolio a Belgorod, in Russia, che Mosca ha attribuito subito a Kiev. Fatto che potrebbe mettere a repentaglio i pochissimi passi avanti fatti a livello diplomatico, se non altro potrebbe essere usato come pretesto dal Cremlino per una marcia indietro. Intanto il governo ucraino rivendica un importante successo, la "completa liberazione della regione di Kiev", e conferma tutti i segnali di una progressiva smobilitazione dalla capitale delle truppe di Vladimir Putin. E mentre gli stati baltici bloccano le importazioni di gas dalla Russia - usando riserve di gas immagazzinate sottoterra in Lettonia - nel 38esimo giorno del conflitto le cronache si concentrano sugli orrori di Bucha. Almeno venti morti trovati per strada in abiti civili e quasi 300 persone seppellite nelle fossi comuni.

Guerra Ucraina news, perché la Transnitria torna centrale

E si è verificato un cambio nella strategia militare russa: le truppe si ritirano dal Nord per concentrarsi ad Est, dove si starebbe preparando un maxi attacco. Nel frattempo sarebbero state mobilitate per la prima volta le unità in Transnistria (Moldavia): una "provocazione", secondo lo Stato maggiore ucraino. 

Ucraina: trovati almeno 20 corpi in strada a Bucha (Ansa)
Ucraina: trovati almeno 20 corpi in strada a Bucha (Ansa)

Trovato morto il fotoreporter Maxim Levin. "Ucciso dai soldati russi"

Sommario 

Soldato ucraino porta un bambino di una famiglia sfollata al di là del fiume (Ansa)
Soldato ucraino porta un bambino di una famiglia sfollata al di là del fiume (Ansa)

L'attacco in Russia 

La tensione è salita ulteriormente nelle utlime ore con l'attacco ai depositi di carburante a Belgorod, in Russia, che Mosca ha attribuito alle truppe ucraine.Zelensky non conferma né smentisce il raid a Belgorod: "Non discuto nessuno dei miei ordini come comandante in capo - ha detto a Fox News -. Ci sono cose che condivido solo con le forze armate militari dell'Ucraina.

Per gli Stati Uniti, la questione non è dirimente. In ogni caso "Putin è l'unico aggressore": è lui "ad aver iniziato questo conflitto", gli ucraini non fanno altro che resistere alla "brutalità non provocata". Proprio gli Usa hanno annunciato ieri che faranno affluire in Ucraina fino a 300 milioni di dollari in più di aiuti militari, che includeranno armi di ultima generazione come missili guidati da laser e droni 'kamikaze'. Insieme agli alleati - secondo il New York Times - gli Usa contribuiranno poi, per la prima volta, a trasferire carri armati di fabbricazione sovietica destinati a rafforzare le difese dell' Ucraina nel Donbass. Il Pentagono avrebbe già fornito a Kiev materiale per difendersi da un eventuale attacco chimico, tra cui maschere antigas e tute protettive. 

Il Papa: "Viaggio a Kiev è sul tavolo"

Mariupol, 5mila morti

Raid aerei nella notte si sono verificati in numerose città dell'Ucraina, anche a Leopoli, nell'Ovest e a Odessa, a sud, anche se, afferma il presidente Zelensky, l'offensiva continua a concentrarsi in Donbass, dove Mosca si starebbe attrezzando per incursioni "ancora più potenti". Almeno 5.000 persone sono state uccise a Mariupol, aggiunge il presidente, e si stima che circa 170.000 persone stiano affrontando carenza di cibo, acqua e elettricità. E' riuscita solo parzialmente l'operazione umanitaria con oltre 3.700 persone evacuate ieri in bus verso Zaporizhzhia. La Croce Rossa internazionale ha annunciato di volere riprendere la missione oggi. Sul campo funzionerà un convoglio di 54 tra bus e veicoli ucraini per portare fuori i civili dalla città assediata. Non è l'unico corridoio umanitario previsto: sette in tutto quelli che si tenterà di attivare oggi. Un contributo per l'evacuazione dei civili potrebbe arrivare anche dalla Turchia. Secondo quanto dichiarato dal ministro della DIfesa, Hulusi Akar, sarebbero pronte navi per trasportare via da Mariuopol civili e feriti.

Torture a Sumy e gli altri orrori 

Anche Sumy, nel nord ovest, rischia di diventare simbolo degli orrori di questa guerra. Secondlo l'Ukraine crisis media center nella cittadina, liberata dopo un mese di occupazione dei russi, sono stati trovati corpi di civili torturati.  Volodymyr Zelensky nel suo ultimo video messaggio accusa le truppe russe in ritirata di lasciare mine ovunque, persino nei cadaveri. Starebbe accadendo nei dintorni di Kiev e a Chernihiv. Intanto un reportage dell'Afp documenta lo stato in cui versa Irpin, tornata da pocoin mano ucraina: solo macerie, strade desolate, attraversate solo da qualche cane randagio sopravvissuto alle bombe. 

Il martirio di Bucha

Pesanti battaglie sono in arrivo nelle regioni orientali e meridionali dell’Ucraina, ha detto in tv il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Arestovych, citato dal Guardian. Almeno 20 corpi di uomini in abiti civili sono stati trovati in una strada di Bucha, città a nord-ovest di Kiev appena liberata dall’occupazione russa. Le forze russe hanno sparato su una manifestazione pacifica a Enerhodar, nell’oblast di Zaporizhzhia, nel sud dell’Ucraina, dove si sono udite delle esplosioni. Lo riferisce la società statale per l’energia nucleare ucraina Energoatom, citata dal Kyiv Independent, secondo cui i russi hanno arrestato un numero imprecisato di persone che si opponevano all’occupazione.

Quasi 300 persone hanno dovuto essere sepolte in fosse comuni, ha dichiarato a France Presse il sindaco di Bucha, Anatoly Fedorouk.

Ucraina, dalla top gun al Generalissimo: ecco i foreign fighters italiani al fronte

"Putin operato di cancro alla tiroide". Il corpo dei dittatori, segreto di stato

Foto: Irpin dopo l'occupazione russa

Ucraina, il prezzo pagato da Irpin. Ha resistito, ma è distrutta. Le foto
Ucraina, il prezzo pagato da Irpin. Ha resistito, ma è distrutta. Le foto

La ritirata dei russi dal Nord

L'esercito di Kiev continua a recuperare terreno. "Le truppe russe nel nord del Paese si stanno ritirando", annuncia Zelensky. Dalle aree attorno a Kiev e alla città di Chernihiv, le operazioni procedono rapidamente. Dopo Chernobyl, la Russia ha ceduto anche il controllo dell'aeroporto di Hostomel, sempre nord di Kiev, uno dei primi obiettivi militari conquistati all'inizio dell'invasione, lo scorso febbraio. Lo riferisce l'intelligence britannica. Quanto all'Est dell'Ucraina, secondo Londra, "le forze ucraine hanno messo al sicuro una strada chiave nel Kharkhiv orientale dopo pesanti combattimenti. Questo segue la liberazione di Trostyanets, nei pressi di Sumy, all'inizio di questa settimana". Il ritiro dalle regioni settentrionali farebbe parte di una strategia di riposizionamento, spiegava il segretario della Nato Stoltenberg due giorni fa. Oggi il consigliere di Zelensky, Mykhaylo Podolyak, afferma che "la Russia sta dando la priorità a una tattica diversa: ripiegare verso est e sud, mantenere il controllo di vasti territori occupati e entrarvi in maniera potente". 

L'offensiva: si muovono le truppe in Transnistria

Le forze armate russe hanno distrutto le piste d'atterraggio a Poltava e Dnipro in Ucraina con attacchi di precisione. Lo ha annunciato il portavoce del ministero della difesa russo Igor Konashenkov, come riporta la Tass. "Le piste d'atterraggio militari a Poltava e Dnepr sono state disattivate da attacchi missilistici di alta precisione aria-terra", ha osservato. Secondo Konashenkov, la difesa aerea russa ha anche abbattuto due elicotteri ucraini Mi-24 vicino alla città di Sumy, così come 24 droni ucraini. Lo Stato Maggiore ucraino informa che l'esercito russo starebbe mobilitando le truppe in Transnistria, la regione della Moldavia confinante con l'Ucraina, in cui sono di stanza unità del Cremlino. Per Kiev, si tratta di un'azione dimostrativa. 

La mappa di Hostomel

Notizia in aggiornamento

Leggi anche: L'impatto della guerra sull'economia italiana. Le stime del Pil

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?