2 mar 2022

Ucraina, 007 Usa: "Putin è impazzito". Ecco le prove di una guerra per l'impero

Svelato un articolo russo sulla ricomposizione dell’unità slava dopo la rottura del ’91. Scatti d’ira e isolamento, lo zar ha cambiato volto

roberto giardina
Esteri

Roma, 2 marzo 2022 - Nel turbine di notizie, vere, false, e inganni reciproci, e sbagli forse voluti, difficile prevedere che accadrà domani, e le intenzioni di un Putin che i servizi occidentali danno per pazzo. Analisi corretta, o si cade ancora nella trappola dell’ultimo zar? L’agenzia russa Novosti, il 26 febbraio, ha messo in rete per errore con troppo anticipo un articolo che dava già per compiuto l’attacco a Kiev: "L’Ucraina è tornata in Russia, l’epoca della diaspora del mondo russo sta volgendo al termine". E, ancora più grave, l’annuncio sui piani dopo la vittoria: "La Russia sta ricreando la sua storica unità, la tragedia del ’91 è stata finalmente superata".  Trent’anni fa, per colpa di Gorbaciov e di Eltsin, andò in pezzi l’Unione Sovietica, ma Putin sta per realizzare l’unione degli slavi, l’Ucraina domata, la Bielorussia, ultimo paese fedele, insieme alla madre Russia. Una prova questa che Putin non sarebbe più in grado di ragionare. L’articolo era pronto ma doveva essere pubblicato dopo almeno due giorni. Un errore che tradisce le false valutazioni di Putin, sicuro di schiacciare gli ucraini? O è stato un atto di sabotaggio di un oppositore interno, sintomo che il potere assoluto del presidente comincia a scricchiolare? Troppe domande per una risposta sicura. E c’è ancora un dubbio, che non sia stato un errore. Si vogliono saggiare le reazioni del nemico. Un’unione degli slavi è irreale, ma nel timore di un Putin in preda alle sue follie, disposto a tutto, gli occidentali cederebbero su richieste più moderate. Mario Draghi, da banchiere, crede che in effetti a Mosca si dava per sicura una vittoria entro le 48 ore e che l’invasione era decisa con molto anticipo. "Ho sperato fino alla fine che si potesse evitare questa mostruosità – ha detto ieri –, non ci siamo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?