Martedì 16 Luglio 2024

Ucraina, droni navali su porto strategico russo nel Mar Nero. Rosatom: “Raid di Kiev vicino alla centrale nucleare”

Zelensky: “Se Trump sa come fermare la guerra ce lo dica”. Raid di Mosca su Nikopol: morti due ragazzini. Ucraina: l’offensiva di Putin si concentra su Toretsk

Roma, 3 luglio 2024 – Si sta concentrando in direzione di Toretsk, nell’oblast orientale di Donetsk, l’offensiva russa in Ucraina. Lo riferiscono font di Kiev, con le forze di Zelensky hanno lanciato droni navali contro il porto russo di Novorossiysk sul Mar Nero. E Rosatom accusa l’Ucraina di aver bombardato una sottostazione elettrica nei pressi della centrale nucleare di Zaporizhzhia, provocando 8 feriti. Si aggrava, intanto, il bilancio del raid effettuato ieri da Mosca su Nikopol: quattro morti, tra cui due minorenni di 9 e 17 anni. Sempre ieri è andata in scena la prima visita a Kiev dall'inizio della guerra per Viktor Orban. Il premier ungherese ha chiesto a Zelensky di reclamare “un cessate il fuoco immediato” per “accelerare i negoziati” con la Russia. Gelo del presidente ucraino che ha ribadito la necessita per Kiev di “una pace giusta”.

Una foto d'archivio di un raid nella regione di Zaporizhzhia (Ansa)
Una foto d'archivio di un raid nella regione di Zaporizhzhia (Ansa)
15:44
Zelensky: "Se Trump sa come fermare la guerra ce lo dica"

"Se Trump sa come porre fine a questa guerra, dovrebbe dircelo oggi". È l'appello di Volodymyr Zelensky al candidato repubblicano alla Casa Bianca in un'intervista a Bloomberg TV. "Se ci sono rischi per l'indipendenza dell'Ucraina, dobbiamo essere preparati", ha detto il leader di Kiev, sottolineando che il suo popolo ha il diritto di sapere se "dopo il 5 novembre, quando gli americani andranno alle urne, avranno ancora il potente sostegno degli Stati Uniti".

12:31
Rosatom: "Droni ucraini vicino a centrale di Zaporizhzhia"

Le forze ucraine hanno bombardato stamane con droni una sottostazione elettrica nei pressi della centrale nucleare di Zaporizhzhia, controllata dai russi, provocando il ferimento di otto operai. Lo denuncia Alexei Likhachev, presidente della Rosatom, l'ente statale russo per l'energia atomica. Secondo Likhachev, citato dall'agenzia Tass, tre droni hanno colpito la sottostazione di Raduga, nella cittadina di Energodar, dove sorge la centrale. La sottostazione, affiliata alla centrale, fornisce energia elettrica all'abitato.

11:52
Filorussi: "Due morti in un raid ucraino nel Kherson"

Il capo dei separatisti filorussi della regione ucraina di Kherson, Vladimir Saldo, accusa le truppe ucraine di aver provocato la morte di due civili e il ferimento di una terza persona in un raid di droni nella cittadina di Alyoshkin nel quale sarebbe stata colpita una panetteria. Lo riporta l'agenzia Interfax. "Due operai sono morti e una donna che lavora nella panetteria è rimasta ferita", ha dichiarato Saldo. Il governatore della regione russa di Belgorod, Viaceslav Gladkov, sostiene che tre persone siano rimaste ferite in un raid delle forze ucraine sulla periferia di Shebekino. "Un colpo di artiglieria ha colpito il territorio di un'impresa agricola e ha provocato un incendio. Tre dipendenti hanno riportato ferite da frammentazione di varia entità", sostiene Gladkov

11:44
"Conquistato quartiere nuovo a Chasiv Yar"

Le forze russe hanno completamente conquistato il quartiere Nuovo della cittadina di Chasiv Yar, nella regione orientale ucraina di Donetsk. Lo annuncia il ministero della Difesa citato dai media di Mosca. "Come risultato di azioni attive, le unità del gruppo di truppe meridionale hanno completamente liberato l'area di insediamento di Noviy di Chasov Yar della Repubblica popolare di Donetsk", ha detto il ministero citato dalle agenzie russe.

Soldati ucraini a Chasiv Yar nei giorni scorsi (Ansa)
Soldati ucraini a Chasiv Yar nei giorni scorsi (Ansa)
11:08
Erdogan partito per Astana dove incontrerà Putin

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è partito per la capitale del Kazakistan, Astana, dove è in programma un vertice dell'Organizzazione di Shanghai, ma soprattutto un importante bilaterale con il presidente russo Vladimir Putin. Putin ed Erdogan dall'inizio del conflitto in Ucraina si sono incontrati in diverse occasioni, ad Astana andrà in scena un nuovo atto del rapporto tra i due, mai interrotto, anzi forse uscito più forte dall'inizio della guerra in Ucraina. Una visita di Putin in Turchia è saltata quando sembrava ormai certa la data del 12 febbraio. Inizialmente rinviato, l'incontro non ha avuto luogo, nonostante sia stato più volte annunciato, tra aprile e maggio scorso. Putin ha recentemente ringraziato il presidente turco per le intese raggiunte con Mosca nella gestione delle crisi in Siria e nel Caucaso, ma soprattutto per gli sforzi messi in atto nella mediazione tra Russia e Ucraina. Putin sa che, se vorrà davvero prendere in considerazione l'opzione diplomatica, è Erdogan il canale cui rivolgersi perché la Turchia è un Paese importante nella Nato e dialoga anche con Kiev. Nel mirino di Erdogan c'è invece la riapertura del corridoio marittimo che ha permesso al grano e a prodotti ucraini di abbandonare i porti bloccati dalla guerra tra luglio 2022 e giugno 2023.

10:09
Russia espelle ambasciatore romeno

Tensione tra Russia e Romania. L'ambasciatore di Bucarest a Mosca è stato convocato oggi al ministero degli Esteri, che gli ha comunicato la decisione di dichiarare un dipendente dell'ambasciata persona non grata, con l'obbligo di lasciare la 
Russia. Lo rende noto lo stesso dicastero in un comunicato, sottolineando che la decisione è stata presa in risposta a quella presa in precedenza dal governo romeno di espellere un diplomatico russo. Un passo giudicato "immotivato" da Mosca.

08:43
Cremlino: nessuna trattativa di pace tra Trump e Putin

Non ci sarebbero trattative, né tanto meno accordi, tra Putin e Trump sui territori controllati dalla Russia e Ucraina. La smentita arriva dal portavoce del Cremlino Dmitri Peskov: il presidente russo non ha discusso i termini di un accordo di pace con l'ex presidente degli Stati Uniti. Una dichiarazione rilasciata dopo l'articolo di Politico secondo cui il candidato presidenziale americano starebbe discutendo con il collega russo su quali territori ucraini Mosca potrebbe controllare. "Non è così", ha detto Peskov ai giornalisti che gli chiedevano spiegazioni.

08:42
Raid russo su Dnipro

 di tre morti e 18 feriti, tra cui una ragazza di 14 anni, il bilancio di un raid aereo russo condotto con missili e droni su Dnipro, nell'Ucraina centrale. Lo denuncia il governatore di Dnipro Serhii Lysak spiegando che il raid ha fatto scoppiare ''diversi incendi, si registrano numerosi danni''.

08:20
Amnistia in Bielorussia

Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko ha firmato un disegno di legge sull'amnistia in occasione dell'80esimo anniversario della liberazione della Bielorussia dai nazisti. Minori, donne incinte, donne e uomini single con figli di eta' inferiore ai 18 anni, ad eccezione di coloro che hanno commesso un reato deliberato contro un minore, persone che hanno raggiunto l'eta' pensionabile, persone con disabilità, persone con tubercolosi e cancro attivi, vittime del disastro di Chernobyl e persone ferite o ammalate durante il servizio militare hanno diritto all'amnistia, afferma il relativo documento. Si prevede che gli interessati al provvedimento siano fino a 7mila compresi prigionieri politici. 

08:19
Droni ucraini sul porto di Novorossiyks

Le autorità russe hanno limitato l'accesso al porto di Novorossiysk sul Mar Nero dopo che è stato preso di mira da droni navali ucraini. Il ministero della Difesa ha affermato che l'Ucraina ha lanciato durante la notte 12 droni sul suo territorio, inclusi due droni marittimi diretti a Novorossiysk. Il sindaco Andrei Kravchenko ha annunciato che l'accesso alla spiaggia sara' limitato fino alle 9:00 ora locale (le 8:00 in Italia). Novorossiysk è il più grande porto russo sul Mar Nero e funge da importante sbocco per le esportazioni di petrolio greggio e prodotti petroliferi, nonché per il transito nel Sud della Russia.

08:18
Kiev: russi rafforzano offensiva nel Donbass

In Ucraina le truppe russe hanno notevolmente aumentato l'intensità della loro offensiva sul villaggio di Novooleksandrivk, in direzione di Toretsk, e in parte anche su Pokrovsk, entrambi nell'oblast orientale di Donetsk, nel Donbass.: lo scrivono i media ucraini, fra cui Ukrinform e Rbc-Ucraina, citando lo Stato maggiore di Kiev. Secondo i militari, le forze ucraine hanno respinto nella zona almeno 51 attacchi nelle ultime 24 ore.