27 feb 2022

Coda alla frontiera per tornare in Ucraina. "Firmo l'elmetto del primo russo che uccido"

Oltre 25mila persone rientrano per difendere Kiev. Da Oleksandr, writer che ha imbracciato il fucile, a Max, cuoco che cerca la moglie

salvatore garzillo
Esteri
featured image
Rifugiati ucraini (Ansa)

Roma, 27 febbraio 2022 - Una lenta marcia rumorosa scandisce il tempo alla frontiera di Medyka, il varco tra due mondi spaventati in modo diverso. Da un lato l’Ucraina, la guerra che si allarga sulla mappa come una macchia di sangue fresco; dall’altro la Polonia, la speranza della salvezza e l’incertezza del futuro. In mezzo, un fiume umano di storie. Se nei giorni scorsi il flusso era unicamente nella direzione d’uscita dall’Ucraina, ora il traffico inizia a segnare rallentamenti anche in entrata a causa delle parole del presidente Volodymyr Zelenskyy. Kiev: al via i negoziati con la Russia. Putin ordina l'allerta nucleare "Se avete un’esperienza di combattimento potete venire nel nostro Paese per difendere l’Europa", ha annunciato al mondo dopo aver ordinato al governo di diffondere un video tutorial su come preparare molotov in casa. Lo hanno soprannominato "il cocktail di benvenuto". La fila di tir che attende di entrare nel Paese in guerra conferma che quelle parole sono arrivate al pubblico, niente di nuovo per l’istrionico presidente-attore. Mosca possiede la bomba termobarica (non nucleare) più potente Lungo l’autostrada E40, già all’altezza di Cracovia, si notano mezzi pesanti con targa ucraina diretti verso il confine. Sono i guerrieri di rientro, camionisti, frontalieri, pendolari che fino a una settimana fa vivevano il rientro in famiglia come una fastidiosa deviazione al programma di lavoro e che invece ora sentono di essere nel posto sbagliato. Lontani dagli affetti, da quella patria che vedono soffocare sotto l’azione opprimente di uno Stato che ha alimentato a piacimento la retorica dei popoli fratelli e che adesso appare solo come un fratellastro ottuso. Ucraina, il dramma dei bambini vittime o profughi di guerra. "Almeno 16 morti" La E40, l’autostrada lunga 8mila chilometri che attraversa l’Europa come un’arteria, che parte dal canale della Manica e arriva al ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?