28 apr 2022

Ucraina Russia, Biden: altri 33 miliardi a Kiev. Usa: "La guerra durerà mesi o anni"

"Cedere a Mosca avrebbe prezzo più alto", il presidente Usa ha intenzione di chiedere altri cospicui finanziamenti per gli aiuti, di cui 20 milioni saranno per le armi all'esercito ucraino. "Non attacchiamo la Russia, aiutiamo l'Ucraina a difendersi"

Washington, 28 aprile 2022 - Joe Biden ha promesso che chiederà al Congresso Usa altri 33 miliardi di dollari in aiuti per Kiev, e ha sottolineato che 20 saranno per forniture militari, confermandosi il miglior alleato dell'Ucraina. "Cedere all'aggressione avrebbe un prezzo più alto che aiutare l'Ucraina", ha detto il presidente americano parlando alla Casa Bianca, riconoscendo che certo "non è economico sostenere Kiev, ma gli Stati Uniti possono farcela". Il Commander-in-chief Usa ha assicurato anche che "finché continueranno gli assalti e le atrocità, continueremo ad aiutare l'Ucraina a difendersi dall'aggressione russa", inviando "altre armi e nuovi aiuti". E ha chiarito la posizione di Washintgon: "Non stiamo attaccando la Russia ma aiutando l'Ucraina a difendersi". Un forte aiuto economico che fa presagire una lunga guerra, come ha confermato il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg: "Potrebbe durare mesi o anni".

Joe Biden potrà usare una legge della seconda guerra mondiale per fornire più rapidamente armi all'Ucraina. Dopo il Senato, anche la Camera ha approvato il provvedimento che invoca la Lend-Lease Act del 1941, la legge che permise agli Usa di armare l'esercito britannico contro Hitler e che consente di prestare equipaggiamento militare a qualsiasi governo straniero "la cui difesa sia valutata vitale dal presidente per la difesa degli Stati Uniti".

Fase 2 stenta, arriva capo forze armate russe

"I carri armati russi hanno un difetto di progettazione"

Delfini militari, la Russia li schiera in Crimea

Sommario

Joe Biden, presidente degli Stati Uniti (Ansa)
Joe Biden, presidente degli Stati Uniti (Ansa)

Dobbiamo fare la nostra parte 

"Dobbiamo fare la nostra parte per aiutare gli Ucraini a lottare per la libertà e contro l'aggressione di Valdimir Putin", ha sottolineato il presidente americano. "Ogni giorno gli ucraini pagano con la loro vita il prezzo di questa guerra. Quindi noi dobbiamo contribuire a sostenerli in modo che il loro coraggio continui ad avere un scopo. È fondamentale che questi fondi vengano approvati il prima possibile", ha sollecitato Biden, annunciando la richiesta dei 33 miliardi di dollari al Congresso.

20 miliardi solo di forniture militari

La Casa Bianca non farà mancare il suo sostengo all'Ucraina "finché continueranno gli assalti e le atrocità, continueremo ad aiutare l'Ucraina a difendersi dall'aggressione russa", ha detto Biden. E le armi sono la voce più importante del pacchetto: 20 miliardi in forniture militari sono un aiuto sempre più importante, segno che il Pentagono si attende un conflitto ancora lungo e complesso, visto che fino ad oggi gli Usa hanno inviato circa 3,7 miliardi di dollari. Biden ha quindi fatto un esempio: gli Usa hanno mandato 10 armi anti tank per ogni carro russo sul campo di battaglia.

Nato: la guerra durerà mesi o anni

"Il conflitto in Ucraina può durare mesi o anche di più", ha quindi confermato un alto funzionario dell'amministrazione, facendo notare che la guerra, se troppo lunga, potrebbe mettere alla prova l'unità di Stati Uniti e alleati, e forse "la nostra determinazione comune a fornire all'Ucraina ciò di cui ha bisogno per vincere". Quindi lo stesso Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg ha affermato che la guerra in Ucraina potrebbe "trascinarsi e durare mesi o anni", ed ha aggiunto "Continueremo a mettere la massima pressione sul presidente Putin perché ponga fine alla guerra con le sanzioni, a fornire sostegno economico ma anche militare all'Ucraina e dobbiamo essere pronti per il lungo periodo".

Mosca non usi l'energia come arma

"La Russia usa l'energia come arma nella sua aggressione", ma gli Stati Uniti non permetteranno a Mosca di usarla per "intimidire e ricattare", e "aiuteranno gli alleati sul gas e il petrolio e non si lasceranno intimidire dalle minacce di Mosca". Biden ha spiegato: "Lasciatemi essere chiaro, non permetteremo alla Russia di intimidire o ricattare per sfuggire alle sanzioni. Non permetteremo loro di usare petrolio e gas per evitare conseguenze".

Irresponsabile parlare di armi nucleari

Ai giornalisti che riportavano le accuse del Cremlino agli Stati Uniti, e cioè di condurre una guerra "per procura" contro la Russia in Ucraina, e alle seguenti minacce atomiche, Biden ha ribadito: "Mosca parla di guerra per procura per nascondere fallimento sua strategia. Noi non stiamo attaccando la Russia, ma stiamo aiutando l'Ucraina". Il presidente Usa ha duramente criticato Mosca:  "Nessuno dovrebbe fare inutili commenti riguardo alla possibilità di usare le armi nucleari, è irresponsabile", e ha risposto in maniera risoluta ai giornalisti che gli chiedevano se era preoccupato per iol rischio di un allargamento del conflitto: "Noi siamo preparati a qualsiasi cosa facciano".

Ora Putin minaccia "armi segrete". Super missili e robot sottomarini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?