Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 giu 2022
21 giu 2022

Ucraina news, Mosca: "Mercenari Usa possono essere giustiziati". Russificazione di Kherson

Zelensky si collegherà in video conferenza con il vertice della Nato a Madrid il 29 e 30 giugno. La medaglia del Nobel della pace russo Muratov battuta all'asta per 103 milioni di dollari: andranno all'Unicef per la guerra

21 giu 2022

Roma, 21 giugno 2022 - La guerra in Ucraina durerà a lungo, e Mosca non si fiderà più dell'Occidente, ha affermato portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Il conflitto ormai è giunto al 118esimo giorno e la battaglia per Severodonetsk, città strategica nella regione ucraina di Luhansk, è il fulcro delle operazioni militari dell'esercito russo. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in continua ricerca di rifornimenti e sostegno militare al suo esercito, si collegherà in video conferenza con il vertice della Nato a Madrid il 29 e 30 giugno. Mosca invece sta portando avanti la russificazione di Kherson: in autunno ci sarà un referendum per l'annessione alla Russia. Inoltre nella regione confinante la Crimea l'esercito ha fatto sapere di aver collegato il territorio alle tv russe, vicine al Cremlino.  

Un tank distrutto sollevato da una gru (Ansa)
Un tank distrutto sollevato da una gru (Ansa)

Sommario

Nobel per la pace per aiutare i bambini

L'Unicef riceverà 103 milioni di dollari per aiutare i bambini sfollati a causa della guerra in Ucraina: è quanto è stata battuta all'asta la medaglia del premio Nobel per la pace di Dmitry Muratov, il giornalista russo, insignito del prestigioso riconoscimento nell'ottobre 2021, per aver contribuito a fondare il quotidiano russo indipendente Novaya Gazeta, chiusa poi dal Cremlino. "Il signor Muratov, con il pieno sostegno del suo staff alla Novaya Gazeta, ci ha permesso di mettere all'asta la sua medaglia non per collezione ma per un evento che spera avrà un impatto positivo sulla vita di milioni di profughi ucraini", ha commentato la casa d'aste di New York 

La russificazione di Kherson

Mosca intanto vuole mettere ufficialmente le mani sulle sue conquiste, come più volte denunciato da Kiev, e ha indetto in autunno un referendum per annettere la regione di Kherson, nel sud dell'Ucraina, alla Federazione russa. Lo ha annunciato l'amministrazione filo-russa. L'intera regione di Kherson è stata collegata ai canali televisivi russi che  saranno accessibili "gratuitamente" in tutte le zone conquistate da Mosca, lo rende noto il ministero della Difesa. I canali visibili saranno in particolare quelli del gruppo audiovisivo VGTRK, molto in linea con il Cremlino. La regione di Kherson, confinante con la penisola della Crimea, è stata subito conquistata dai russi che hanno immediatamente perseguito una politica di russificazione di quei territori con l'introduzione del rublo e dei passaporti russi. 

Cremlino: pena capitale per i mercenari Usa 

"Sì, sarà una crisi che durerà a lungo, ma non ci fideremo più dell'occidente", ha detto Dmitry Peskov intervistato da Nbc, e ripreso dall'agenzia russa Ria. Peskov, intervistato dal giornalista Keir Simmons ha parlato anche dei mercenari americani detenuti in Ucraina. Secondo il portavoce di Putin le garanzie della Convenzione di Ginevra non si applicano ai veterani catturati, quindi Mosca non può garantire che non saranno condannati a morte.

Sul campo di battaglia

Secondo il conseuto rapporto dell'intelligence britannica la Russia non si attendeva una risposta così forte e pronta dalla costa ucraina: i missili anti-nave Harpoon donati dalla Danimarca per ingaggiare le forze marittime russe stanno facendo egregiamente il loro lavoro: affondare navi. L'ultima vittima è stato il rimorchiatore navale russo Spasatel Vasily Bekh, che stava consegnando armi e personale a Snake Island nel Mar Nero. Dall'incrociatore Moskva in poi sono varie le navi di Mosca danneggiate o distrutte durante il conflitto. La forza delle difese costiere ucraine ha scombussolato i piani della Russia che voleva tenere la regione di Odessa sotto scacco dal mare".

Intanto imperversano gli scontri nella regione di Lugansk, duri bombardamenti su Lisychansk, confinante con Severodonetsk, si sono registrati per tutta la giornata di ieri, la notte e questa mattina. Sergiy Gaidai, capo regionale, ha spiegato che non è stato ancora possibile stabilire il numero delle vittime: impossibile muoversi in città in sicurezza.

Stephen D. Zabielski, 52 anni, è morto il 15 maggio scorso nei combattimenti, è il secondo cittadino Usa a cadere in Ucraina. Il Dipartimento di Stato è in contatto con la famiglia. La morte di Zabielski, originario di New York, arriva dopo il decesso del 22enne americano Willy Joseph Cancel, "veterano" dei Marines anche lui morto in Ucraina. Anche un giovane spagnolo di 22 anni, originario di Manacor (Maiorca), è morto in Ucraina. Il ragazzo ha perso la vita sabato scorso, ma non è chiaro se sia morto in combattimento.

Intensi i bombardamenti anche su Kharkiv, dove si registrano anche movimenti di truppe al confine con la regione. L'amministratore regionale Oleg Synehubov lo ha denunciato la morte di tre civili negli attacchi di ieri sul centro città. Secondo Synehubov i russi stanno impiegando sistemi missilistici a lancio multiplo, e puntano a obiettivi "nella zona industriale e nelle istituzioni educative". Kharkiv era la seconda città più popolosa dell'Ucraina, e oggi conta 700 mila abitanti, la metà di prima della guerra.

Secondo il report delle forze ucraine, quindi non verificate da fonti indipendenti, sono 34.100 i soldati russi uccisi, di cui circa 300 solo ieri. Le forze d'invasione avrebbero inoltre perso 1.496 (+19) carri armati, 3.606 (+18) veicoli corazzati da combattimento, 752 (+3) sistemi di artiglieria, 239 (+1) MLRS, 98 (+0) sistemi di difesa aerea, 216 aerei, 181, elicotteri, e 611 droni operativo-tattici. Ieri le maggiori perdite, fa sapere Kiev, i russi le hanno subite nelle direzioni Bakhmut e Avdeevsky".

Attacchi russi anche sulla regione di Mykolaiv, fra Odessa e la penisola di Crimea. Colpito lo stesso capoluogo stamani, mentre ieri gli attacchi missilistici si erano concentrati soprattutto la zona costiera di Ochakiv e i terreni agricoli dell'area. Nella notte scorsa attacchi anche sulla cittadina di Pervomaisk, più a Nord nell'Oblast. 

Missili da crociera Onyx sono piombati anche sull'aeroporto militare di Shkolny vicino a Odessa: distrutti gli hangar con aeromobili a pilotaggio remoto Bayraktar TB2 ucraini, ha fatto sapere il ministero della Difesa della Federazione Russa alla Tass. 

Mosca, convocato ambasciatore italiano

L'ambasciatore italiano in Russia Giorgio Starace è rimasto circa un'ora dell'edificio del ministero degli Esteri russo dove era stato convocato, riferisce l'agenzia russa Ria Novosti. Non si conoscono i motivi dell'incontro, e Starace non ha rivelato nulla.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?