15 feb 2022

"Ucraina, una crisi senza vincitori né vinti". Romano: così la Nato non funziona

L’ambasciatore promuove la diplomazia italiana. "Il basso profilo è stata la scelta giusta, bene l’Europa"

luca bolognini
Esteri

Roma - "Nessuno esce vincitore da questa crisi. E per fortuna. Se ci fosse stato il trionfo di una delle due parti, allora sì che ci saremmo dovuti preoccupare". Per l’ambasciatore Sergio Romano il nodo Ucraina si è (per ora) sciolto nel migliore dei modi. Ucraina, scontri nel Donbass. La Russia mostra i muscoli e simula un attacco nucleare Ucraina Russia, Casa Bianca: "Ritiro falso. Settemila soldati in più al confine" Sembra che Mosca stia ritirando le truppe, possiamo tirare un sospiro di sollievo? "In realtà non sono mai stato particolarmente preoccupato e non ho mai condiviso gli allarmismi che hanno caratterizzato questa crisi". La Duma però ha presentato nelle scorse ore un appello a Putin affinché riconosca i separatisti di Donetsk e Luhansk. La miccia del Donbass rimane accesa? "Siamo in una situazione in cui nessuno vuole veramente aggravare il problema, ma al contempo nessuno è pronto a fare le concessioni necessarie. Questo ovviamente lascia alcuni problemi irrisolti. Tutti, però, sono molto preoccupati e non vogliono prendere iniziative che possano apparire bellicose. E questo è qualcosa di molto importante". Chi ha vinto il primo round? "Mi sembra che gli Usa non possano cantare vittoria. E neppure la Russia, anche se Putin ha gestito con abilità questa partita". Quella a cui abbiamo assistito nei giorni scorsi è stata una battaglia di informazioni? "Assolutamente. L’Occidente ha dato spazio alle informazioni più inquietanti nei momenti chiave. Questa battaglia mi preoccupa, perché tutti vogliono sempre segnare un punto. La questione rimane delicata: è bene che non ci sia un vincitore". Tra gli Stati europei chi ne è uscito meglio? "Non tutti avevano la stessa responsabilità. I francesi potevano permettersi di rilasciare certe dichiarazioni perché sapevano che non averebbero avuto lo stesso peso che se le avessero pronunciate i tedeschi. In generale mi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?