Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 mar 2022

Ucraina, la storia del bambino italiano "sottratto" al padre. "Temo per la sua vita"

La battaglia legale risale al 2016. L'avvocato: "La madre è in Ucraina, non ha più la potestà genitoriale. Le istituzioni si occupino delle ricerche"

3 mar 2022
A Ukrainian national holds her passport during the arrival of Ukrainians fleeing the conflict in their country at the Paris-Beauvais Airport in Tille, north of Paris, on March 2, 2022, seven days after Russia launched a military invasion of Ukraine. - The number of refugees fleeing the conflict in Ukraine has surged to nearly 875,000, UN figures showed on on March 2, as fighting intensified on day seven of Russia's invasion. (Photo by Geoffroy VAN DER HASSELT / AFP)
Italiano cerca figlio di 10 anni in Ucraina. "Passaporto rubato"
A Ukrainian national holds her passport during the arrival of Ukrainians fleeing the conflict in their country at the Paris-Beauvais Airport in Tille, north of Paris, on March 2, 2022, seven days after Russia launched a military invasion of Ukraine. - The number of refugees fleeing the conflict in Ukraine has surged to nearly 875,000, UN figures showed on on March 2, as fighting intensified on day seven of Russia's invasion. (Photo by Geoffroy VAN DER HASSELT / AFP)
Italiano cerca figlio di 10 anni in Ucraina. "Passaporto rubato"

Roma, 3 marzo 2022 - Guerra in Ucraina, un padre italiano cerca disperatamente il figlio di 10 anni. “Dal 23 febbraio non ho più sue notizie. Si trovava in Ucraina dopo che mia moglie, che da tempo ha perso la patria potestà, lo ha trattenuto e nascosto a Belgorod Dnestrovskij nella zona di Odessa”. Questo il senso di un esposto che Gianluigi Scala, l'avvocato dell'uomo,  sta depositando in queste ore in procura a Roma.  Il minore, è la paura del padre, “potrebbe essere in zona di guerra e a rischio immediato di vita”.

Approfondisci:

Negoziati Russia Ucriana oggi: cosa succede in tempo reale

“Mio figlio  - il racconto dell'uomo - aveva il passaporto italiano, ma gli è stato rubato e le autorità italiane in Ucraina erano pronte al rilascio di uno nuovo, però la madre non ha permesso al bambino di recarsi presso l’ambasciata italiana a Kiev per il dovuto riconoscimento. Può essere stato portato in Moldavia e da lì altrove, anche sotto falso nome, visti gli scarsi controlli a seguito della contingente situazione di conflitto armato in Ucraina”.
Spiega l'avvocato Scala: "Noi sappiamo che la signora ha un’utenza WhatsApp sempre collegata a Internet. Lui le manda messaggi per sapere dove si trovi. Lei ieri ha risposto con un “stiamo bene”. Poi più niente. Il papà del bambino è preoccupato, teme per la vita del figlio. Quando è scoppiata la guerra si è rifugiato al confine con la Moldavia. Ha visto l'ultima volta il bambino il 23 febbraio, davanti a scuola. Questa vicenda è solo l’ultimo sviluppo di una sottrazione internazionale che ha radici nel 2016. Nel 2018, il mio cliente è stato anche sfregiato con l'acido". L'episodio è rimasto misterioso, non si è mai arrivati a identificare l'autore". 

Da qui, la richiesta: "Il mio cliente chiede alle istituzioni di farsi carico delle ricerche, il figlio è un cittadino italiano. Parliamo di un bambino sottratto, ricordo che la madre non ha più la responsabilità genitoriale dal 2020".

"Proprio oggi il sindaco di Bilgorod Dnestrovskij - fa sapere con ansia il papà - ha annunciato che hanno abbattuto nel suo territorio un jet russo, cercano il pilota. È imperativo cercare il bambino il più velocemente possibile".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?