16 gen 2022

Tsunami a Tonga, un'onda d'urto spaventosa. Tutti i numeri dell'eruzione

Arrivata anche in Italia, viaggiava a 1.100 chilometri all'ora. Danni "significativi" nella capitale di Tonga

Roma, 16 gennaio 2022 - C'è un dato sullo tsunami a Tonga che rende l'idea di quanto successo ieri mattina nel bel mezzo dell'Oceano Pacifico meridionale. E riguarda l'onda d'urto della violentissima eruzione vulcanica sottomarina che ha innescato il maremoto. Talmente potente da essere non solo registrata, ma da avere avuto un riscontro significativo negli strumenti di rilevazione di tutto il mondo. Dagli Stati Uniti all'Europa, dove è 'passata' ieri sera, attraversando il continente - Italia compresa, intorno alle 21 - a 17mila chilometri dal vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha'apai. Significa che l'onda, anzi le onde, hanno viaggiato a quasi 1.100 chilometri all'ora. Un evento assai raro che ha fatto 'sobbalzare' i sismografi da una parte all'altra del globo. E ha permesso agli esperti di cogliere la reale entità dell'accaduto. Un fenomeno che sarà ora oggetto di studio, dopo che fortunatamente le autorità alle 4 ora italiana hanno ufficialmente fatto cessare l'allarme tsunami per i Paesi che si affacciano sull'Oceano. Il Pacific Tsunami Warning Center ha però avvertito che per alcune ore rimarranno possibili lievi variazioni del livello del mare.

Tonga prima e dopo, le foto dal satellite: incubo cenere. E si teme uno "tsunami Covid"

I danni

Non saranno solo le drammatiche immagini satellitari dell'eruzione, così come i video dello tsunami, a lasciare il segno nella storia di questo evento. Il maremoto ha infatti causato "danni significativi", anche se al momento non si registrano vittime. Per valutare la reale e completa portata di quanto accaduto serviranno giorni, le comunicazioni sull'isola sono tuttora interrotte o spente.  Al momento sappiamo che la capitale di Tonga, Nuku'alofa, è stata colpita in maniera "significativa", seppure non si abbiano segnalazioni di feriti o morti. Il re di Tonga Tupou VI ieri è tato evacuato dal palazzo reale e portato in una villa lontano dalla costa.

I numeri

Lo tsunami ha raggiunto le coste del Pacifico dal Giappone agli Stati Uniti. L'Us Geological Survey ha registrato l'eruzione come equivalente a un terremoto di magnitudo 5.8. L'evento è durato otto minuti ed è stato così violento da essere udito come "un tuono lontano" sulle isole Fiji, a più di 8mila chilometri di distanza. Sui social netowrk circolano diversi video di onde gigantesce che travolgono le isole. 

Onde di circa 1,2 metri si sono abbattute lungo la costa pacifica del Giappone, con l'Agenzia meteorologica giapponese che temeva che potessero arrivare a tre metri. In Nuova Zelanda, a più di 2.300 chilometri da Tonga, 120 persone sono state evacuate dalle zone costiere settentrionali e diverse barche sono state distrutte quando un' onda enorme si è schiantata su un porto turistico. Brevemente evacuata anche la popolare Bondi Beach a Sydney, in Australia. A Santa Cruz, in California, le strade costiere di Santa Cruz sono state inondate e chiuse al traffico.

Tsunami a Tonga dopo l'eruzione di un vulcano sottomarino
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)
Le immagini dal satellite (Ansa)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?