Turnberry (Scozia), 15 luglio 2018 - Alla vigilia dello storico incontro a Helsinki con Vladimir Putin, il presidente statunitense Donald Trump lancia un attacco all'Unione europea, considerata "un nemico" degli Usa. In un'intervista alla catena televisiva americana nel suo golf club di Turnberry, il tycoon spiega: "Bene, credo che abbiamo molti nemici. Considero l'Unione europea un nemico per quel che ci fanno nel commercio. Non lo si penserebbe dell'Unione europea, però è un nemico". 

Immediata la risposta del presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, che twitta: "America e Unione europea sono grandi amici. Chi dice che sono nemici diffonde fake news". 

Trump-May: "Sì a libero scambio tra Usa e Gran Bretagna"

Ma l'Ue non è l'unico nemico degli Usa, per il presidente, che aggiunge alla lista anche la Russia e la Cina, parlando a "Face the Nation" della CBS. "Ora, non penseresti all'Unione europea, ma sono un avversario: la Russia è un avversario per certi aspetti, la Cina è un avversario economicamente, certamente sono avversari, ma questo non significa che siano cattivi. Non significa niente, significa che sono competitivi". 

E sull'incontro di domani: "Sfortunatamente, non importa quanto andrà bene il summit con il presidente Putin, sarò comunque criticato", dice, aggiungendo di  avere comunque "aspettative basse" sul summit di Helsinki. Riguardo ai 12 funzionari dell'intelligence russa che venerdì sono stati incriminati da un grand jury per aver hackerato le e-mail del Partito Democratico prima delle elezioni presidenziali Usa del 2016, Trump glissa: "Penso che incontrarsi sia una buona cosa - ha detto - Credo che avere un incontro con Kim sia stata una buona cosa. Penso che avere incontri con il presidente della Cina sia stata una cosa molto buona".