Donald Trump bannato da Twitter a vita (Ansa)
Donald Trump bannato da Twitter a vita (Ansa)

New York, 10 febbraio 2021 - Non potrà più scrivere un solo cinguettio, Donald Trump: è stato bannato da Twitter a vita, per sempre. E non conta che non sia più presidente degli Stati Uniti. A chiarirlo è  il direttore finanziario della piattaforma social, Ned Segal, parlando alla Cnbc: . "Quando sei rimosso dalla piattaforma - spiega - sei rimosso dalla piattaforma, che si tratti di un commentatore, di un Cfo o un di ex o attuale funzionario pubblico".

"Ricordiamo - aggiunge - che le nostre politiche sono state pensate per assicurare che la gente non inciti alla violenza. E se qualcuno lo fa, viene rimosso. E la nostra linea non permette di tornare indietro". Lo stop a Trump è arrivato all'indomani dell'assalto a Capitol Hill.

La risposta implica che anche nel caso in cui Trump dovesse ricandidarsi non avrebbe accesso al suo account. La sospensione permanente decisa dal social in gennaio è la 'sanzione' più dura prevista da Twitter, che non si può aggirare, come spiegato nell'help center di Twitter.

Twitter ha bandito Trump l'8 gennaio, due giorni dopo l'assalto al Campidoglio, citando "il rischio di ulteriore incitamento alla violenza" dopo che per mesi i tweet del presidente erano stati etichettati come discutibili e non conformi ai risultati elettorali. Nonostante un assalto di critiche sul bando di Trump, Twitter ha dichiarato di aver continuato a guadagnare utenti da gennaio a oggi.