Donald Trump (Ansa)
Donald Trump (Ansa)

Washington, 20 luglio 2018 - Nuovi guai per Donald Trump. L'Fbi ha sequestrato una registrazione audio di una conversazione avvenuta due mesi prima delle elezioni del 2016 tra il Presidente e il suo ex avvocato, Michael Cohen. Nel colloquio, registrato segretamente dallo stesso legale, i due discutevano del pagamento di una ex modella di Playboy, Karen McDougal, che sosteneva di aver avuto una relazione col presidente americano poco dopo la nascita di Barron, il figlio del Presidente e della moglie Melania. Si tratta dello stesso periodo a cui risale il racconto di un'altra pornostar assurta negli ultimi mesi agli onori delle cronache: Stormy Daniels.

La rivelazione arriva dal New York Times, secondo cui l'Fbi avrebbe sequestrato la cassetta audio nel raid compiuto recentemente nell'ufficio dell'avvocato Cohen. "Non posso credere che Michael mi abbia fatto questo", avrebbe commentato il Presidente Trump secondo la Cnn. Il Dipartimento di Giustizia sta adesso indagando sull'ipotesi che il pagamento della donna, nel quale potrebbe essere coinvolto anche il legale, sia stato compiuto per evitare che la modella divulgasse notizie imbarazzanti sul Presidente in vista delle imminenti elezioni. I pubblici ministeri vogliono sapere se sono state violate le leggi federali sulla campagna elettorale e qualsiasi conversazione con il tycoon su quei pagamenti sarebbe di sicuro interesse. Rudolph W. Giuliani, l'attuale avvocato del Presidente, ha confermato che il suo cliente ha discusso di pagamenti con Cohen ma nessuna cifra sarebbe elargita all'ex modella di Playboy. 

L'audio in questione potrebbe non essere l'unico rubato al tycoon. Visto che, secondo fonti investigative riportate dai media Usa, gli uomini dell'Fbi, perquisendo nell'aprile scorso gli uffici e le case di Cohen, avrebbero sequestrato altri file.