Washington, 13 febbraio 2021  - Donald Trump è stato assolto nel secondo processo di impeachment contro di lui, il primo tenuto contro un ex presidente degli Stati Uniti. 

Il Senato ha votato a favore dell'assoluzione dell'ex presidente, messo sotto accusa dalla Camera per aver istigato l'assalto al Congresso dello scorso 6 gennaio. 

Ma per condannare il tycoon sarebbero serviti 67 voti al Senato (i due terzi dei 100 senatori), mentre i voti favorevoli all'accusa sono stati 57, di cui sette repubblicani, e quelli contrari 43. I sette Gop, che il leader dei senatori dem Chuck Schumer ha definito "patrioti repubblicani che hanno fatto la cosa giusta, non era facile", sono:  Richard Burr, Bill Cassidy, Susan Collins, Lisa Murkowski, Mitt Romney, Ben Sasse e Patrick Toomey. 

image

Trump: Finita caccia alle streghe

E' finita una "caccia alle streghe", ha affermato Donald Trump in una dichiarazione rilasciata subito dopo la votazione in Senato. Il tycoon ha aggiunto di volere "continuare" a difendere "la grandezza dell'America" continuando a impegnarsi in politica. 

"Il nostro storico, patriottico e bel movimento per rendere l'America di nuovo grande è appena iniziato. Nei mesi a venire, ho molto da condividere con voi, e non vedo l'ora di proseguire il nostro incredibile viaggio per riportare l'America alla grandezza per tutto il nostro popolo". 

Trump ha ringraziato chi lo ha sempre sostenuto:  ''Voglio prima di tutto ringraziare il mio team di legali ed altri per il loro lavoro instancabile nel sostenere la giustizia e difendere la verità", ha affermato. "I miei più profondi ringraziamenti anche a tutti i senatori degli Stati Uniti e membri del Congresso che si sono levati coraggiosamente a difesa della costituzione che tutti riveriamo e per i sacri principi legali che sono al cuore del nostro paese".  

image

McConnell: "Votato contro, ma è responsabile" 

Lo ha assolto, diciamo per dovere di partito, ma Mitch McConnell, il leader dei senatori repubblicano ci ha comunque tenuto a ribadire la sua condanna contro l'ex presidente, definendolo "praticamente e moralmente responsabile" per l'attacco a Capitol Hill. E ha aggiunto: "Il presidente è ancora responsabile per tutto quello che ha fatto quando era in carica, non è ancora riuscito a farla franca", spiegando che gli Usa hanno sia un sistema penale che civile e che gli ex presidenti "non hanno l'immunità in nessuno dei due".

Nancy Pelosi ai senatori repubblicani: "Codardi"

Durissima la speaker della Camera, la democratica Nancy Pelosi, contro i senatori del Grand Old Party che hanno consentito al Senato di salvare dall'accusa l'ex presidente. La Pelosi li ha definiti solo "un gruppo di repubblicani codardi".