Lunedì 15 Luglio 2024

Francia, è record di ‘triangolari’ per il secondo turno: perché e cosa sono le partite a tre

Grazie all’affluenza record di queste elezioni, in molti hanno superato la soglia del 12,5% utile per accedere al secondo turno

Parigi, 1 luglio 2024 - Almeno 306 triangolari e anche un quadrangolare. E' record di potenziali partite a tre per il secondo turno delle elezioni legislative che si terranno in Francia domenica prossima, 7 luglio. Basti pensare che sono stati otto i

triangolari nelle elezioni legislativi francesi del 2022 e solo uno nel 2017. 

Approfondisci:

Cosa succede ora in Francia dopo le elezioni. La strategia del ‘barrage’ contro l’estrema destra

Cosa succede ora in Francia dopo le elezioni. La strategia del ‘barrage’ contro l’estrema destra

Cosa sono i triangolari

In Francia si vota con un sistema elettorale uninominale maggioritario a doppio turno, viene eletto un solo candidato per ognuna delle 577 circoscrizioni. Per essere eletti al primo turno serve raggiungere la maggioranza assoluta e un numero totale di voti pari almeno al 25 per cento degli elettori registrati. Al secondo turno passano tutti i candidati che hanno superato il 12,5 per cento di consensi, e risulta eletto chi prende un solo voto in più degli altri. Quindi è possibile un ballottaggio a tre o a quattro candidati, chiamati rispettivamente “triangolari” e “quadrangolari” in gergo mediatico e politico francese. Sarà quindi il 7 luglio, tra accordi di desistenza, alleanze tattiche e patti elettorali, che si giocherà la vera partita. 

Marine Le Pen insieme ai suoi sostenitori
Marine Le Pen insieme ai suoi sostenitori
Approfondisci:

Risultati definitivi elezioni Francia, Le Pen davanti ma si ferma sotto al 30%, Con Ciotti al 33%. Possibile alleanza macronisti-sinistra

Risultati definitivi elezioni Francia, Le Pen davanti ma si ferma sotto al 30%, Con Ciotti al 33%. Possibile alleanza macronisti-sinistra

Perché così tante partite a tre

Logica vorrebbe che a un ballottaggio si presentassero due candidati e per questo il secondo turno delle legislative francesi non è da considerare tale. Il 7 luglio potrebbero esserci infatti fino a 306 'triangolari' e un 'quadrangolare'. Come spiegare un fenomeno del genere se nel 2022 ce ne sono state solo otto e una sola nel 2017?

Per accedere al secondo turno delle elezioni legislative, abbiamo detto che i candidati devono ottenere almeno il 12,5% dei voti degli elettori registrati. Con l’affluenza record di ieri (66,71%, la più alta dal 1997), la percentuale di voti necessaria per qualificarsi al secondo turno è inferiore a quella delle elezioni precedenti, attorno al 19%, e così in molti candidati hanno superato questa soglia.

L'affluenza è, dunque, determinante: quando è alta, c'è maggiore probabilità di ballottaggi a tre o a quattro. Se invece è bassa, la soglia del 12,5% si alza sempre più e i triangolari sono più difficili.

Esito più incerto

Queste 'finali a tre' rendono l'esito del voto molto più incerto. A sinistra, i quadri di verdi, socialisti e comunisti hanno già chiesto il ritiro del candidato arrivato terzo per bloccare il Rassemblement national. Mentre i candidati qualificati hanno tempo fino alle 18 di domani per presentarsi al secondo turno, le decisioni delle coalizioni dovrebbero ridurre il numero effettivo dei triangolari.