Tik Tok (Ansa)
Tik Tok (Ansa)

New York, 3 agosto 2020 - TikTok sarà messo al bando negli Stati Uniti il 15 settembre prossimo, sempre che per quella data non sia stato chiuso l'accordo che ne ratificherebbe l'acquisto da parte di Microsoft. Lo ha annunciato il presidente Donald Trump a margine di una conferenza stampa alla Casa Bianca: "Non avrei alcun problema se Microsoft o qualcun altro, una grande azienda, un'azienda sicura, un'azienda molto americana lo comprasse". L'inquilino della Casa Bianca non ha solo ha confermato di essere aperto a un eventuale accordo, che permetta a Microsoft o qualche altra grande società americana di comprare l'app cinese TikTok, ma anche dichiarato che il governo americano dovrebbe ricevere una parte del pagamento come ricompensa per l'autorizzazione della cessione, secondo quanto riporta il Wall Street Journal. "Ho detto che 'Se la acquisti ... una parte molto consistente di quel prezzo dovrà entrare nelle casse del ministero del Tesoro degli Stati Uniti, perchè stiamo rendendo possibile l'accordo'. In questo momento non hanno alcun diritto a meno che non glielo diamo noi", avrebbe dichiarato Trump, ricostruendo la conversazione con il Ceo di Microsoft, Satya Nadella. Al momento nè la Casa Bianca nè Microsoft hanno risposto alla richiesta di ulteriori dettagli su come avverrebbe la transazione.

Trattativa Microsoft-ByteDance

Intanto, continuano a mantenersi aperiti i colloqui tra Microsoft e ByteDance (l'azienda cinese attuale proprietaria del social network) per l'acquisto della popolare app Tik Tok. Microsoft in borsa sta guadagnando a Wall Street, soprattutto dopo aver ricevuto un chiaro beneplacito dall'amministrazione Usa, nonostante Trump avesse più volte ribadito l'intenzione di bandirla dagli Usa. Il Ceo di Microsoft, Satya Nadella, ha dichiarato di aver parlato con il presidente e di aver ottenuto 45 giorni per concludere le trattative, tenendo conto di tutte le implicazioni per la sicurezza dei dati. Microsoft, oltre a voler chiudere l'affare entro il 15 settembre, ha infatti assicurato che i dati sugli utenti TikTok negli Stati Uniti saranno archiviati negli Usa e che i dati archiviati altrove verranno eliminati dopo essere stati spostati.

L'acquisizione di parte di TikTok potrebbe complicare, tuttavia, la relazione di Microsoft con Facebook, che considera ByteDance come un concorrente. Nel 2007 Microsoft ha investito 240 milioni di dollari in Facebook e da allora le due società hanno collaborato a varie iniziative.