Thailandia. 11 luglio 2018  - È un lieto fine quello dei bambini nella grotta in Thailandia, ma dalle prime immagini del miracoloso salvataggio, ripreso in questo video, ciò che si nota sono i loro volti bianchi, gli occhi chiusi e i corpi avvolti dentro delle coperte termiche. Le decine di soccorritori presenti tirano fuori dall'acqua un ragazzino: è immobilizzato dentro una barella verde e tra le funi e i moschettoni si riesce a intravedere un piccolo corpo vestito con una tuta nera e in testa un casco protettivo, rimosso appena dopo esser stato portato fuori dall'acqua. Il bambino è avvolto fino al collo da una coperta termica argentea, ha gli occhi chiusi, un volto pallido, grigiastro e inespressivo, non sembra dare segni di vita. Ma appena i soccorritori appoggiano la barella a terra, il ragazzo palesemente sedato muove un braccio e fa un cenno con la testa come a dire "lasciatemi libero". Subito i medici gli adattano una maschera di ossigeno al viso e controllano velocemente il suo stato di salute. Rimane fermo al buio della grotta illuminato solo dalle torce sui caschi dei soccorritori e dalla luce della videocamera.

BAMBINI SALVATI_32364618_174643

Thailandia, medico-eroe riemerge dalla grotta e scopre che suo padre è morto

I bambini liberati: "Fateci tornare a casa"

Un altro bambino sta per essere portato in salvo. I Navy Seal escono dall'acqua per primi, con tute da sub, maschere speciali e due bombole di ossigeno a testa, una per loro, una per il bambino. Tirano fuori il piccolo. Stessa situazione, il ragazzo immobilizzato e avvolto da una coperta termica, stavolta non più argentea ma dorata. La barella viene sollevata dall'acqua, appoggiata su dei materassi di gomma arancione e trascinata per un breve tragitto. Sei soccorritori la alzano e iniziano a risalire la grotta. Non accennano un sorriso, gli occhi fissi a terra per paura di inciampare. L'acqua scorre tra i piedi. Camminano piano piano senza dire una parola. Ad aspettarli poco più su un gruppo di medici per i primi soccorsi. Anche questo bambino è salvo. Rimane il buio della grotta, illuminata dagli scatti di luce dei soccorrittori. Per i 12 baby calciatori, e per chi ha lavorato giorno e notte per metterli in salvo, è finita l'Odissea. E il mondo intero tira un sospiro di sollievo.

Come sono finiti nella grotta i bambini. L'ipotesi rito di iniziazione