Tokyo, 20 marzo 2021 - Una fortissima scossa di terremoto - con conseguente allarme tsunami - è stata registrata questa mattina in Giappone nella zona di Ishinomaki al largo della costa nord est. Il sisma, la cui magnitudo è stata al momento quantificata in 7.2 della scala Richter. Secondo le prime informazioni, l'epicentro del sisma è stato localizzato in particolare ad una sessantina di chilometri al largo della città di Sendai, nella prefettura di Miyagi. Il sisma è stato avvertito alle 10.09 italiane (le 18.09 locali) a una profondità di 60 chilometri. La Japan meteorological agency (Jma), ha appunto lanciato un allarme tsunami (poi revocato) e ha classificato l'intensità della scossa in 5 sulla scala nipponica di misurazione massima di 7.

Secondo l'emittente Nhk, un'onda di tsunami alta un metro ha già raggiunto le coste di Miyagi. Si tratta della stessa regione del Tohoku colpita dalla triplice catastrofe di 10 anni fa, adiacente alla prefettura di Fukushima. Le autorità hanno segnalato il ferimento di due anziani coinvolte in lievi incidenti domestici, all'interno delle proprie abitazioni, le cui condizioni non risultano gravi. Nessun danno strutturale è stato riscontrato nei centri urbani
di Miyagi, e il canale Nhk parla di condizioni 'vicine alla normalità' lungo le aree della costa più colpita dal sisma. Subito dopo il sisma le autorità avevano ordinato l'evacuazione di circa 8.850 abitanti lungo la zona costiera della prefettura di Miyagi.  Le autorità della regione hanno disposto accertamenti per verificare se ci sia stato un impatto sulle centrali nucleari dell'area, riferiscono i media locali. Il sisma ha fatto oscillare anche gli edifici a Tokyo.

(l'articolo prosegue sotto la mappa)

Il Nord Est del Giappone, che dieci anni fa era stato teatro del devastante sisma che causò il disastro della centrale nucleare di Fukushima, era stato colpito il mese scorso da un altro forte terremoto che aveva causato decine di feriti. Il Giappone si trova nel cosiddetto "anello di fuoco" del Pacifico, una zona a intensa attività sismica che si estende fino al Sud Est asiatico.